Il Comune di Bagni di Lucca chiederà una proroga allo  Switch-off delle trasmissioni televisive previsto dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il Comune di Bagni di Lucca è infatti proprietaria dell’antenna che si trova alla Pieve di Controne e Il Ministero dello Sviluppo Economico ha comunicato ai titolari di antenne di trasmissione sul proprio territorio il prossimo switch-Off (01/05/2022 – 30/06/2022), cioè lo spegnimento degli impianti di ripetizione dei canali TV RAI, creando non pochi disservizi alla cittadinanza.

Il cambio di tecnologia trasmissiva da MFN a SFN, richiesto dal Ministero, comporta l’immediata sostituzione o adeguamento delle apparecchiature di trasmissione attuali, con un costo non indifferente a carico degli Enti Locali.

I Comuni della Mediavalle interessati da questo cambiamento sono Bagni di Lucca e Pescaglia che appena venuti a conoscenza del problema hanno convocato una riunione con gli enti interessati per coordinare un’iniziativa comune e chiedere il sostegno di  ANCI per far fronte al problema.

Il cambiamento delle antenne da trasmissione MFN a SFN necessita infatti di un progetto radioelettrico per il nuovo impianto che comporta tempi lunghi sia nello sviluppo che nell’eventuale realizzazione.

Il 5 marzo scorso si è tenuta una riunione con i comuni interessati, coordinata dall’Assessore Pacini e il Sindaco di Pescaglia Bonfanti, in cui sono stati interrogati tecnici delle telecomunicazioni che hanno consigliato di chiedere una proroga al Ministero e di sottoporre la proposta di concessione di una nuova frequenza per continuare a trasmettere con tecnica MFN utilizzando i trasmettitori esistenti.

Quest’ultima opzione secondo i tecnici non comporterebbe controindicazioni né necessiterebbe di modifica agli impianti esistenti evitando così spese agli Enti Locali.

E’ stato inoltre rischiesto anche il sostegno di Anci sul tema perché i Comuni da soli non posso fare fronte ad un’eventuale adattamento degli impianti di telecomunicazione presenti sul proprio territorio.

Il Sindaco spera che tutti insieme si possa giungere as una una risoluzione che crei meno disagi possibili ai cittadini.

Share