Il Cefa Basket Centro Computer sfiora l’impresa a Montecatini e cede solo nel finale al cospetto della fortissima formazione termale, dopo una grande partita (62-54). Si chiude la striscia di sei vittorie consecutive, ma il Cefa resto primo in classifica assieme a Carrara con 16 punti e Montecatini sale a 14 ma con due gare da recuperare.

 

I padroni di casa, team costruito con l’obiettivo dichiarato di tornare in serie D, vogliono cancellare il passo falso di una settimana prima e provano a partire fortissimo ma i gialloneri non si fanno sorprendere e con uno stupendo primo quarto conducono le danze (17-21) ispirati da capitan Pozzi e dai fratelli Angelini. Il gioco è molto fisico e il metro arbitrale molto permissivo non aiuta i garfagnini che però sono bravi a non perdere mai la bussola contro la costante pressione avversaria. La seconda frazione vede sempre avanti gli ospiti che vanno al riposo sul +2 con Prandin e Simone Angelini sugli scudi per le rispettive formazioni.

 

Fisicità e atletismo sono dalla parte dei rossoblù ma le scelte difensive della squadra di Romani impediscono agli avversari di sfruttare tutte le loro qualità. Nel terzo quarto i termali provano a scappare ma l’esperienza di Andrea Angelini ricuce subito lo strappo. La fatica del match di San Miniato giocato 48 ore prime comincia a farsi sentire ma il cuore giallonero è immenso e a 4 minuti dalla fine è ancora parità a quota 51. Gli episodi decidono il match: una chiara inversione di campo non sanzionata finisce col portare Prandin a segnare il +5 e il successivo 1 su 4 dalla lunetta di Pozzi e Angelini S. impedisce di ricucire subito

 

 

. Un inesistente fallo in attacco dello stesso Angelini chiude di fatto una sfida in cui Cefa esce a testa altissima. «Abbiamo fatto una grande gara, tenendo testa a quella che insieme a Carrara appare come la squadra più attrezzata del campionato – commenta coach Romani – e averlo fatto con le scorie dell’altra trasferta di 48 ore prima rasenta l’incredibile. Montecatini ha massacrato diverse squadre importanti nelle giornate precedenti e il fatto di essere stati avanti per oltre due quarti e in parità a pochi minuti dalla fine dà lo spessore della nostra prova. La gara ci ha fatto capire al di là dell’evidente gap fisico e atletico quali sono gli aspetti su cui dobbiamo crescere se vogliamo continuare a fare un campionato importante. Ma non si vincono 8 partite su 10 per caso». Adesso sosta natalizia e il 4 gennaio derby al palazzetto di Castelnuovo contro Capannori.

 

ROSSOBLU’ JUNIOR – CEFA CASTELNUOVO 62-54 ( 17-21; 30-32; 46-41)

 

Rossoblù: Ulivieri 3, Ponzo 9, Carducci 10, Prandin 15,Giuliani 6, Morini, Lorenzi ne, Trinci ne, Paolini, Menichini 6, Chiodo 2, Lupi 11. All. Ialuna

 

CEFA: Galletti 4, Angelini A. 16, Pozzi 6, Angelini S. 19, Biagioni, Guidugli, Grandini ne, Mandroni, Lana 3, Bertucci 6, Masini. All. Romani

Share