IL CAFFE’ DI GHIANDE CHI LO RICORDA…….

 

23380220_10155140773331814_1104925470316360935_n
Un tempo, quando tutto era utile e non si buttava nulla, con le ghiande si faceva farina per fare il pane e si facevano tostare per fare il caffè…
IL caffè di ghiande viene sempre ricordato come un retaggio di povertà e invece è una bevanda utile per persone nervose, delicate di stomaco, di fegato e di intestino, perché non contiene caffeina.
Una volta la tostatura delle ghiande era fatta con un attrezzo metallico forato, di forma cilindrica,che si usava anche per tostare l’orzo: veniva appoggiato sul camino sulle braci e fatto girare a mano con una manovella,. Le ghiande arrostite venivano sbriciolate, a volte mischiate all’orzo e poi bollite per la preparazione del caffè.

Share