Terra di lupi e di briganti”: così Ludovico Ariosto definì la Garfagnana, dove arrivò nel 1522 come commissario estense. Il visitatore odierno, invece, resta affascinato proprio da questa selvatichezza che non si è arresa al cemento.
La natura, qui, resiste con paesaggi severi, di contrasto: il borgo di #Castiglione (LU) è murato e perduto tra i boschi, circondato dai monti: territorio di confine.
Nel fondo degli occhi bruni delle madonne lucchesi, s’intravede lo scorrere del tempo, solidificato negli stemmi del palazzo comunale. Una finestra accesa nel borgo ci invita alla serenità commossa dello stare quassù, nel borgo in cima alla collina di case rimasticate, con la sua rocca, le poderose mura e i torrioni, simbolo di un medioevo vivente.
🇬🇧 Castiglione di Garfagnana, located not far away from Lucca and from the Versilia beaches, is a medieval fortress worth to be discovered.
The gentle names of the two towers, Brunella and Campanella, should not let us forget that this was the most important defensive castle of the Republic of Lucca, defending the borders with the Duchy of Modena.
Foto: @blogsognoitaliano
fonte i borghi piu’ belli

 

Share