MERCOLEDI’ 1 GIUGNO SARANNO RESI NOTI I PROGETTI VINCITORI DEL CONCORSO DI IDEE ‘CAPANNORI CITTA’-UNA COMUNITA’, QUARANTA PAESI

Indetto dall’amministrazione Menesini per la riqualificazione di Capannori centro. Saranno esposti i 10 progetti che compongono la graduatoria di merito

Saranno resi noti mercoledì 1 giugno i progetti vincitori del concorso di idee’ “Capannori città – una comunità, quaranta paesi” promosso dall’amministrazione Menesini per la riqualificazione di Capannori centro e delle frazioni di Tassignano, Lunata e Paganico al quale hanno partecipato 47 progetti di cui sono ne stati ammessi 36. La commissione giudicatrice composta da Gilberto Bedini, architetto ed esperto di paesaggio e del territorio, Gabriele Bollini, urbanista ambientale, Giancarlo Paba, professore Università di Firenze e presidente Fondazione Michelucci, Roberto Corbia e Eloisa Susanna, due professionisti del Gruppo G 124 che fa capo a Renzo Piano, e Silvia Viviani, presidente dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, si riunirà alle ore 9.30 nella sala del consiglio comunale per comunicare in seduta pubblica la graduatoria delle proposte ideative e procedere all’apertura delle buste al fine di associare i codici identificativi di queste ai partecipanti al concorso. Ad essere premiati saranno i primi tre classificati. Il primo progetto in classifica riceverà un premio di 9 mila euro, il secondo un premio di 6 mila euro ed il terzo un premio di 3 mila euro. I primi due progetti in graduatoria dopo il terzo classificato sviluppati esclusivamente da progettisti under 35 riceveranno, inoltre, ciascuno un rimborso spese di 1000 euro.

La settimana successiva alla proclamazione dei vincitori del concorso di idee, nell’atrio della sede comunale di piazza Aldo Moro sarà allestita la mostra dei 10 progetti che costituiscono la graduatoria di merito per condividerli con la cittadinanza, che resterà aperta per circa un mese. Il progetto con cui l’amministrazione Menesini vuole dare un nuovo volto alle frazioni centrali del territorio fin dall’inizio è stato caratterizzato da un percorso partecipativo che ha coinvolto la comunità con incontri pubblici rivolti a cittadini, associazioni di categoria e a tutti i soggetti interessati che vuole continuare anche dopo la conclusione del concorso.

Sono molto interessato a conoscere i progetti selezionati dalla commissione che ringrazio per il grande lavoro svolto – afferma il sindaco Luca Menesini – . Adesso si aprirà una nuova fase del progetto con cui vogliamo trasformare Capannori capoluogo e le altre frazioni centrali del nostro comune per renderle più belle, vivibili e rispondenti alle nuove esigenze di coloro che ci vivono e ci lavorano. L’intento è quello di creare una zona di riferimento per l’intero comune e per l’intera Piana e realizzare un simbolo forte e tangibile della personalità del nostro territorio e delle nostre comunità. Dalle idee dovremo passare adesso alla stesura di progetti concreti e sostenibili con cui realizzare nuove opere. Dovremo fare insomma scelte importanti che certamente dovranno essere in linea con le aspettative dei nostri cittadini”.


Il progetto “Capannori città – una comunità, 40 paesi” è un progetto complesso, ampio, che toccherà tutte le frazioni della zona centrale, a partire dal capoluogo. Per quanto riguarda il capoluogo, inoltre, è in linea con le opere del Piu (Progetti di Innovazione Urbana) per le quali la giunta Menesini ha chiesto alla Regione Toscana
finanziamenti importanti, ovvero la riqualificazione del palazzo comunale; la riqualificazione area impianti sportivi; l’efficientamento energetico della palestra pubblica di Capannori; la trasformazione di piazza Aldo Moro in luogo di aggregazione sociale; la realizzazione di spazi pubblici a servizio della comunità e per ampliamento dei Poli culturali; il miglioramento energetico e della fruibilità di Artè; la qualificazione del centro urbano di Capannori; la realizzazione di una rete di piste ciclabili della stazione ferroviaria di Tassignano fino al liceo scientifico di Capannori; la realizzazione di un sistema di illuminazione a led dal polo culturale Artémisia fino al liceo scientifico di Capannori; la riqualificazione del parco pubblico.

 

Share