Sofidel, Fondazione Lazzareschi e Alpipan per le famiglie più fragili: il sindaco ringrazia
Pacchi alimentari, buoni spesa e piccoli pandori nel periodo delle festività
Le festività che, da Natale, sono arrivate all’Epifania, hanno rafforzato anche quest’anno la collaborazione tra i servizi sociali del Comune di Porcari, alcune realtà economiche del territorio e le associazioni, con l’obiettivo condiviso di alleggerire il carico delle spese per le famiglie più fragili.

Sono stati 160 i pacchi di generi alimentari donati da Sofidel, leader del tissue a livello mondiale, indirizzati ad altrettanti nuclei: i volontari della Croce Verde di Porcari si sono resi disponibili per la consegna a domicilio secondo le indicazioni degli uffici comunali che si occupano di sostegno al disagio.

Anche la Fondazione Lazzareschi ha confermato il proprio supporto al sistema sociale di Porcari, erogando buoni acquisto spendibili nei negozi del paese per 36 famiglie in difficoltà. Un’iniziativa proposta grazie alla collaborazione dell’associazione dei commercianti Porcari Attiva che ha permesso di utilizzare i voucher per l’acquisto di diverse utilità, dai prodotti per il benessere e la cura del corpo al vestiario, dall’ottica alle scarpe fino all’alimentare, come le pizzerie.
Infine la generosità di Alpipan, azienda attiva nel mercato del senza glutine con sede ad Altopascio, ha fatto felici i più piccoli nel giorno del passaggio della Befana: sono stati donati infatti 40 mini pandori ai bambini e alle bambine con situazioni familiari di indigenza.

“Porcari è un paese che non conosce l’indifferenza e questi gesti – dice il sindaco Leonardo Fornaciari – sono segnali di solidarietà e affetto per la comunità che non dobbiamo dare per scontati. Ringrazio Sofidel, la Fondazione Lazzareschi e Alpipan per l’attenzione verso i nuclei più fragili: non sono stati donati soltanto beni materiali ma anche momenti di maggiore serenità, ancora più preziosi in questa complicata fase storica. E ringrazio i volontari delle associazioni che si sono messi a servizio per dare gambe a questi atti di concretezza”.

Share