“I NUOVI ASSI VIARI UNICA SOLUZIONE CONCRETA”
 
 LUCCA – Si è tenuta lunedì sera a Palazzo Sani, sede di Confcommercio Lucca, una riunione del Consiglio direttivo interprovinciale dell’associazione, composto dai componenti di giunta e dai presidenti dei vari sindacati. Fra i temi toccati nel corso della serata c’è stato anche un focus sulla questione – viabilità e collegamenti in Lucchesia: argomento, questo, molto dibattuto nelle ultime settimane sugli organi di informazione. E discussione, questa, che offre adesso lo spunto a Confcommercio per alcune riflessioni: “Non c’è dubbio – si legge in una nota dell’associazione – che quello della viabilità sia un tema cruciale per il presente e il futuro del nostro territorio. Ad oggi esistono una serie di problemi che sono sotto gli occhi di tutti: in primis il traffico pesante opprimente registrato ogni giorni sui viali della circonvallazione cittadina e della Piana, ma anche i collegamenti scomodi sia su gomma che su rotaia con Firenze e altre importanti città toscane”. “La nostra associazione – prosegue la nota – è fermamente convinta da tempo che l’unica, vera soluzione concreta per migliorare questa situazione, almeno dal punto di vista della circolazione stradale, sia rappresentata dagli assi viari. I provvedimenti ipotizzati in queste ultime settimane sugli organi di informazione ci appaiono non risolutivi, anche tenendo conto del fatto che certi percorsi per chi esce dall’autostrada e deve effettuare carico e scarico merci sono in ogni caso obbligatori, stante l’attuale sistema viario”. “A nostro avviso – insiste Confcommercio – le istituzioni locali devono adoperarsi al massimo per esercitare una pressione sul Governo che uscirà dalle elezioni del 4 marzo, per far sì che i fiumi di parole e annunci a cui abbiamo assistito in questi decenni diventino realtà: degli assi viari si sente parlare da una vita, adesso è il momento di passare una volta per tutte ai fatti concreti”. “Il nuovo sistema viario – conclude la nota – porterebbe migliorie notevoli non solo ai collegamenti fra la città, la Piana e la Valle del Serchio, ma consentirebbe anche una migliore gestione della viabilità cittadina in occasione di grandi eventi che, ce lo auguriamo di cuore, a Lucca sono destinati a diventare una consuetudine”.

Share