I 1000 messaggi dell’abete di piazza Anfiteatro si mettono in viaggio per

Consegnati stamani ad un gruppo di pellegrini i pensieri dei cittadini di Lucca e dei

suoi visitatori: saranno consegnati al santo Padre in occasione del Giubileo.

Mille messaggi – tante erano le sfere appese all’abete di piazza Anfiteatro – sono stati

consegnati stamani (9 gennaio) in piazza Anfiteatro a un gruppo di pellegrini che nei

prossimi mesi percorreranno la via Francigena per arrivare a Roma e consegnare questi

pensieri al Santo Padre, in occasione del Giubileo.

L’iniziativa, realizzata dall’amministrazione comunale insieme a Itinera, ha visto nelle

scorse settimane l’allestimento di un albero di Natale nella piazza cittadina, dove oltre 400

sfere trasparenti sono state riempite di scritti e disegni dall’Anfass, dal Centro anziani,

dalle scuole Giovanni Pascoli, Dante Alighieri e delle Santissime Dorotee e dall’Asd

L’Allegra Brigata di Marlia; altre 600 sfere circa sono state invece utilizzate da cittadini

lucchesi e visitatori per altrettanti messaggi di pace, desideri e speranze.

L’installazione di questo albero fa parte di un progetto di più ampio respiro che unisce il

territorio lucchese attraversato dalla via Francigena con i relativi comuni, al quale ha

partecipato l’Arciconfraternita della Misericordia di Lucca e l’Asssociazione Toscana Via

Francigena.

Ad accogliere e salutare alla partenza i pellegrini erano presenti l’assessore al turismo di

Lucca, Giovanni Lemucchi, il sindaco di Altopascio, Maurizio Marchetti, l’assessore al

turismo di Capannori Serena Frediani, l’assessore Lora Santini del comune di Pietrasanta,

Don Lucio Malanca dell’arcidiocesi di Lucca che ha benedetto i partecipanti prima di

lasciare la città, Andrea Lombardi dell’Associazione Toscana Via Francigena,

l’amministratore di Itinera Laura Celli e i ragazzi dell’azienda Encom21 che si sono offerti

di filmare la prima tappa del viaggio. Alcuni comuni hanno donato ai pellegrini dei prodotti

tipici delle nostre terre per riempire simbolicamente le loro bisacce, in segno di un’antica

usanza diffusa tra la gente al passaggio di questi camminatori della fede e dello spirito: il

comune di Montecarlo ha donato del vino, il comune di Capannori una mappa per guidare

i pellegrini nel percorso e una borraccia per l’acqua, il comune di Pietrasanta del

marzapane, il comune di Lucca del buccellato ed è stato donato inoltre del prosciutto

toscano a significare l’unione con tutto il territorio toscano che insiste lungo la via

Francigena che verrà attraversato dal gruppo.

Il gruppo di pellegrini, lasciata Lucca in direzione Altopascio, ripartirà da questa città

domenica 10 gennaio alle ore 7 verso San Miniato per percorrere la seconda tappa del

cammino, condizioni meteorologiche permettendo. Nei prossimi mesi il percorso

proseguirà con altrettante tappe il cui calendario sarà a breve diffuso. Chiunque fosse

interessato a unirsi a una o più tappe, può contattare per maggiori informazioni l’azienda

turistica del comune di Lucca, Itinera, o visitare la pagina facebook di Lucca Ospitale.

Roma

Share