I lavoratori del fiume: I RENAIOLI

Una volta, fino agli anni ’50, molti fiumi erano fonte di lavoro e sostentamento per molte famiglie: sabbia, sassi, “e’ pel”, un misto di sabbia e sassolini insieme, erano una merce richiesta per imbrecciare strade e per costruire case.
Questi prelievi non erano un danno per i fiumi, perchè avvenivano soprattutto dopo le “fiumane” di certi corsi d’acqua a carattere torrentizio, che trasportavano a valle molto materiale, come avveniva nel nostro fiume Marecchia, e i renaioli contribuivano semmai a manterere sgombro il corso dell’acqua….


Il guaio, per alcuni fiumi, comincioò negli anni ’60 con la forte richiesta dell’edilizia e con l’impianto sciagurato di draghe che non aspettavano certo le fiumane ma scavavano tutto l’anno senza posa.

Share