I fotografi ambulanti.

In occasione di Fiere, Sagre e Feste solenni, i fotografi ambulanti giravano per paesi e campagne cercando clienti a domicilio.
Macinavano chilometri e chilometri, spesso sul dorso di muli, forniti di fondali dipinti, di un set formato dall’immancabile treppiedi e della macchina a chassis, per raggiungere paesini sperduti, a volte case sparse sulle colline e tra le montagne… pur di raggiungere papabili clienti.
.I fotografi di un tempo avevano una cura speciale nella posa dei ritratti, ogni gesto era ben ponderato, ogni espressione attentamente valutata….Raramente si sorrideva, nelle foto di un tempo, e ciò per diversi motivi, tra cui uno molto pratico. Agli inizi del 900 occorreva un lungo tempo di esposizione per poter registrare un’immagine, ed ecco il problema: era troppo difficile sorridere restando in posa per così tanto tempo senza cambiare espressione, non ci si poteva permettere di buttare via costosissime Lastre a causa di un viso mosso.
E’ anche grazie a questi professionisti dell’immagine se oggi possiamo sapere tante cose della vita dei nostri avi solo guardando una fotografia.

Share