30 MARZO – 3 APRILE – I film della settimana a Lucca e Capannori

Sabato 30 marzo 2019 ore 19.30 21.45 – Domenica 31 marzo 2019 ore 20.00
Cinema Artè Capannori

GREEN BOOK (Versione originale con sottotitoli)
di Peter Farrelly – Usa, 2018 – 130′ con Viggo Mortensen, Mahershala Ali, Linda Cardellini
Green Book, il film diretto da Peter Farrelly, racconta del buttafuori Tony Lip (Viggo Mortensen), un italoamericano con un’educazione piuttosto sommaria che nel 1962 venne assunto come autista da Don Shirley (Mahershala Ali), uno dei pianisti jazz più famosi al mondo. Lo scopo? Guidarlo da New York fino agli stati del Sud, in posti dove i diritti civili degli afroamericani sono ben lontani dall’essere legittimamente acquisiti. Shirley si affida per il viaggio al libro Negro Motorist Green Book: una mappa di motel, ristoranti e pompe di benzina in cui anche gli afroamericani sono ben accolti. Dovendosi confrontare con il razzismo ma anche l’umanità delle persone che incontrano, Lip e Shirley impareranno prima di tutto a conoscersi e rispettarsi a vicenda.

Una commedia sulla conoscenza di chi è molto lontano da noi che rimanda ai classici del genere. Percorso di conoscenza pieno di imprevisti spesso divertenti, a tratti teneri e troppe volte pronti a suscitare sdegno e rabbia. Scritto alla grande, si poggia sull’interpretazione da premio di Viggo Mortensen e del sempre più convincente Mahershala Ali.
Vincitore Premio Oscar 2019 per il Miglior Film, per il miglior attore non protagonista (Mahershala Ali) e per la migliore sceneggiatura

Lunedì 1 aprile 2019 ore 21.00
Cinema Artè Capannori 
TARANTA ON THE ROAD
di Salvatore Allocca – Italia, 2017 – 80’ con Nabiha Akkari, Helmi Dridi, Alessio Vassallo
All’indomani della primavera Araba del 2011, Amira e Tarek, due migranti tunisini senza niente in comune, raggiungono la costa italiana. Per caso, si ritrovano entrambi a chiedere aiuto ad una band salentina, alla ricerca del successo tra sagre e matrimoni, che li scambia per una coppia in attesa di un figlio, decidendo così di aiutarli a raggiungere la Francia. Il viaggio, la paura, l’amore, l’incertezza del futuro e il desiderio di trovare la propria strada, uniranno tutti in un’esperienza unica che, forse, cambierà per sempre le loro vite. Ingresso gratuito in collaborazione con l’Osservatorio della pace del Comune di Capannori.

Martedì 2 aprile 2019 ore 21.30
Cinema Astra – Prime visioni
PARLAMI DI TE
di Hervé Mimran – Francia, 2018 – 100’ con Leïla Bekhti, Fabrice Luchini, Rebecca Marder
Protagonista del film è Alain (Fabrice Luchini), un rispettato uomo d’affari e un brillante oratore, sempre in corsa contro il tempo. Nella vita, non concede alcuno spazio alle distrazioni e alla famiglia. Un giorno, viene colpito da un ictus che interrompe la sua corsa e gli lascia come conseguenza una grave difficoltà nell’espressione verbale e una perdita della memoria. La sua rieducazione è affidata a Jeanne, giovane logopedista.
“Il regista Hervé Mimran firma una commedia che conferma ancora una volta come la capacità di affrontare temi ultra delicati sia diventata una prerogativa tutta francese, un’arte affrontata con grazia e soprattutto ironia. Perché sì, quest’ultima può aiutarci anche nelle peggiori tragedie.” (Claudia Ferrero, La Stampa). Ezechiele aderisce a Cinema Days 2019, per questo film biglietto unico a 3 euro

Scarica la scheda del film in pdf

Mercoledì 3 aprile 2019 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Storie dalla frontiera
HELL OR HIGH WATER
di David Mackenzie – Usa, 2016 – 102’ con Jeff Bridges, Chris Pine
Due fratelli, un padre divorziato e un ex detenuto, compiono una serie di rapine per salvare la fattoria di famiglia nel West Texas. Un esperto Texas Ranger si mette sulle loro tracce come ultimo caso prima del suo pensionamento. Il sogno americano muore nelle praterie del Texas. Le terre si inaridiscono sotto i colpi della crisi, con le banche che stritolano i poveri abitanti. Ognuno cerca di sopravvivere a modo suo, e il cinema di Mackenzie racconta l’infelicità di un mondo senza speranza. Nelle grandi città gli uomini cercano di realizzarsi, ma in provincia non c’è spazio per le ambizioni: tutti vorrebbero scappare e nessuno prepara le valigie. Così va in scena il dramma di una famiglia sul lastrico, disposta a tutto pur di tenersi almeno la casa.

Share