i Comuni corrono ai ripari e chiedono più controlli alla prefettura,

 il tema è stato discusso alla presenza dei rappresentanti dei comuni di Lucca, Capannori, Altopascio, Montecarlo e Porcari.

Al primo punto nella lista delle preoccupazioni degli amministratori locali c’è l’escalation di furti e reati contro il patrimonio e a questo riguardo al tavolo si è fatto il punto sui dati che riguardano non soltanto la Piana di Lucca ma anche la Valle del Serchio
“Gli elementi raccolti dalle forze dell’ordine – spiega il prefetto Giovanna Cagliostro – evidenziano una generale diminuzione in termini percentuali nel numero dei reati compiuti o tentati nel periodo che va dal 1 gennaio al 30 ottobre 2016 rispetto al medesimo periodo dello scorso anno”. In particolare Lucca registra un calo dei reati pari al 19%, Capannori – 17,1%, Porcari del 34,5%, Montecarlo del 16,3%, Vagli Sotto del 90,6%. Fa eccezione il comune di Altopascio dove si è verificato un aumento dei reati totali pari al 13,2%.
Nel paese del Tau sono aumentati anche i furti in abitazioni, le rapine e le truffe, e anche le aggressioni, “anche se in termini assoluti si tratta di piccole differenze”, chiarisce una nota della Prefettura.
Negli altri comuni, stando sempre ai dati diffusi dall’ufficio territoriale del governo, sono diminuiti sia i furti in abitazione, sia le truffe, per le rapine, risultano, solo nel comune di Lucca dove si passa da 23 dello scorso anno a 33 dell’anno in corso con un incremento percentuale del 43,5%.

Share