Nella serata di ieri i Carabinieri di Ponte a Moriano hanno tratto in arresto per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale un italiano di anni 32, residente a Marlia.

 

I militari si erano recati presso la sua abitazione per la notifica di un provvedimento di confisca della sua autovettura, una Fiat 500 già sottoposta a sequestro a seguito di una contravvenzione per guida senza la copertura assicurativa e il successivo uso del veicolo sebbene sottoposto a sequestro da parte del 32/enne.

 

Il giovane ha cercato però in tutti i modi di evitare che i Carabinieri portassero via l’auto, minacciando di dare fuoco al veicolo con una tanica di benzina e cercando di aggredire i militari prima con un bastone e poi con un coltello. Dopo essersi barricato in casa, desisteva e si consegnava spontaneamente anche dopo l’intervento dei genitori conviventi che lo riportavano a più miti consigli, fatto che però non gli ha evitato di essere tratto in arresto e ammesso agli arresti domiciliari.

 

Questa mattina a seguito della convalida dell’arresto si è celebrato il processo con rito direttissimo, il quale è stato poi rinviato, mentre al 32enne è stata applicata la misura cautelare dell’obbligo di dimora con il divieto di uscire di casa nelle ore serali e notturne.

Share