Una normale giornata di catechismo trascorsa a Villa San Lorenzo per far merenda in compagnia dei nonni che vi sono ospiti. E`di buon auspicio vedere che i bimbi non vengono allenati solo al gioco o allo sport ma anche a prendersi buona cura del prossimo, sarà più facile per loro comprendere che esistono distanze che si possono azzerare con amore, pazienza e dedizione. Molti degli alunni delle classi II e III della Scuola E. Frediani, che frequentano il primo anno di catechismo, a Villa San Lorenzo sono arrivati portando un bel dolce, le chiacchiere e un disegno da regalare agli ospiti, i quali hanno apprezzato così tanto il gesto che si sono persino commossi. Nelle rappresentazioni dei bambini c´erano i nonni della Villa, le uova di Pasqua, bellissime decorazioni con la pasta, un fumetto che aveva come protagonisti gli anziani e i medici, insomma, ognuno di loro aveva speso tempo per una buona causa perché, fondamentalmente, per essere buoni cristiani è necessario anche fare “pratica sul campo”, creando tutte quelle occasioni che aiutino, in futuro, ad essere persone migliori.

Sempre disponibili e molto accoglienti gli operatori e il dirigente della struttura, insieme ai quali i bambini si sono accordati per una prossima visita che li vedrà protagonisti della “tombolata con i nonni”!

Share