Guja Guidi condanna fermamente la svastica di Collodi
“Vicina al cippo che ricorda i caduti per mano nazifascista, è una provocazione insopportabile”

Hanno ferito e indignato le immagini che sono giunte al sindaco facente funzioni Guja Guidi di una svastica composta a Collodi, nel piazzale della ex-cartiera Panigada, a pochi metri dal cippo che ricorda i caduti per mano nazifascista durante la seconda guerra mondiale. La svastica è stata realizzata con le sedie che si trovavano nella zona, chiusa al pubblico.
“Un gesto insopportabile, specialmente se pensiamo che a pochi metri ci sono i nomi di chi è stato ucciso barbaramente in nome di questo simbolo che porta alla mente solo tragedie e lutti- dice Guja Guidi-. Gli autori, se volevano fare una goliardata, potevano scegliere ben altre immagini, e se invece questo rappresenta una provocazione, ricordiamo che Pescia è da sempre contro ogni violenza e contro i suoi simboli più orribili. Mi auguro che vengano trovati i responsabili e ci siano le giuste condanne, non solo morali, per questo bruttissimo fatto”.

Share