Grossa pressione-covid sul Pronto Soccorso del Versilia ma nessuna criticità

Camaiore – Una pressione decisamente importante sul pronto soccorso dell’ospedale Versilia ma non tale da mettere in crisi la struttura. Getta acqua sul fuoco il primario Giuseppe Pepe riguardo la reale situazione del Pronto Soccorso.

Durante la settimana ci sono stati picchi di accessi, arrivati a quasi 500, tutti con patologie diverse, di cui solo una cinquantina riconducibili al Covid e non tutti con esigenze di ricovero. Una mole di lavoro tale da indurre l’azienda ospedaliera a predisporre la possibilità di dover trasferire i pazienti in attesa di ricovero in altre strutture ospedaliere limitrofe, proprio per garantire la disponibilità di posti letto al Pronto Soccorso, tenendo conto della ridotta capienza a causa delle norme di distanziamento anti contagio. Una possibilità dunque, del tutto simile a quella predisposta per le altre strutture ospedaliere dell’ASL Toscana Nord Ovest.

 

E nel commentare la situazione della pressione sul Versilia, la CGIL per voce del suo segretario generale Rossano Rossi, chiede che si valuti di riproporre un lockdown totale per far fronte all’escalation della terza ondata, almeno finchè la campagna vaccinale non avrà coperto una parte sufficiente della popolazione.

fontenoitv

Share