Per un milione e mezzo di studenti di tutto il mondo è diventata il simbolo delle proteste per un clima migliore, per i suoi genitori è stata la molla per cambiare stile di vita e non è escluso che lo facciano molti altri, non solo in Svezia: le parole di Greta Thunberg hanno provocato conseguenze anche in altri ambiti, come nel caso di STS, azienda svedese leader nei viaggi studio dal 1958, con sede a Göteborg.

Per il 2020, STS propone la vacanza studio sostenibile all’estero, “no-fly” a Brighton. Le/gli studenti svedesi, norvegesi, danesi, tedeschi e francesi che andranno a Brighton nell’estate del 2020 avranno la possibilità di viaggiare in treno, piuttosto che volare. Non solo, potranno salire su diverse fermate lungo la strada, avranno così la possibilità di vedere molti più paesaggi durante il loro viaggio e anche di conoscere i loro compagni di soggiorno prima dell’inizio del corso. Il viaggio includerà anche una tappa di 3 giorni a Parigi e una visita di 2 giorni a Londra al ritorno.

“STS è sempre alla ricerca di nuove modalità per limitare le emissioni di anidride carbonica e soddisfare la domanda di una nuova generazione di giovani viaggiatrici e viaggiatori attenti all’impatto ambientale. Offriremo presto,
anche ai partecipanti italiani, la possibilità di scegliere il viaggio in treno, in alternativa all’aereo, per raggiungere le mete delle Vacanze Studio STS in Europa” afferma Beate Lenzbauer, Country Manager di STS Education in Italia.

Chi sceglierà l’opzione “no-fly” potrà quindi godere anche di benefici aggiunti, oltre a sentirsi orgoglioso della propria scelta di ridurre notevolmente il proprio impatto sull’ambiente e servire da esempio per gli altri: le stime di EcoPassenger.com dimostrano che il viaggio in treno può ridurre l’anidride carbonica e altre emissioni di gas nocivi fino al 90% rispetto allo stesso viaggio in aereo.

È anche un “ritorno alle radici” per STS: la prima vacanza studio nel 1958 fu a Mattsee, in Austria, e il viaggio venne fatto in treno. Con questa nuova proposta “no-fly” STS continua a cercare modi per ridurre ulteriormente il proprio impatto ambientale e sostenere l’educazione ai viaggi sostenibili per le nuove generazioni.

Photo by Bill Pennell on Unsplash

Share