Green pass attivo in Italia: dalla richiesta al codice QR da scaricare, la guidadi Massimo Tarabella

 

Il green pass, gratuito, si richiede al sito del governo (www.dgc.gov.it); al sito del fascicolo sanitario regionale www.fascicolosanitario.gov.it, selezionando la Regione di residenza,  dallapp Immuni o dallapp IO. Occorre riportare il numero di tessera sanitaria e uno dei codici unici ricevuti per: avvenuta vaccinazione (sia prima dose, sia completa), avvenuta guarigione, esito negativo del tampone nelle ultime 48 ore. I codici vengono inviati via sms o via mail dal ministero della Salute ai contatti forniti al momento della prestazione.

Chi non ha confidenza con gli strumenti digitali, non possiede uno smartphone o non sa usare un pc, può richiedere il green pass al medico di base; al pediatra di libera scelta, o al farmacista, fornendo il codice fiscale e i dati della tessera sanitaria; uno di questi professionisti potrà verificare i requisiti e scaricare la certificazione verde, che a questo punto si potrà stampare. Il pass, che sia digitale o cartaceo, è un QR code che può essere letto da chi è autorizzato alla verifica.

Dal 1 luglio la Certificazione verde COVID-19 sarà valida come EU digitalCOVID certificate e renderà più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen.

Share