Covid-19: gratuità Ztl, ticket bus turistici e imposta di soggiorno; prolungamento suolo pubblico gratis fino al 30 giugno e riduzione fino al 25 per cento della Tari

Misure a tutto tondo per i settori più colpiti dalle conseguenze del Covid-19

Un piano di misure (e proroghe) a sostegno dei settori più colpiti dalle conseguenze economiche del Covid-19.

In ordine di tempo, l’ultimo atto approvato è quello che riguarda i mezzi commerciali per il trasporto delle merci, che potranno continuare ad accedere alla Ztl gratuitamente e senza restrizioni di orario. Lo ha deciso la giunta Tambellini: i mezzi commerciali per il trasporto delle merci (categoria E) potranno quindi continuare ad accedere gratuitamente nella zona a traffico limitato del centro storico (tutti i giorni della settimana), senza nessuna restrizione di orario. Il provvedimento sarebbe dovuto scadere domani, 31 marzo, ora, invece, è stato prorogato anche per tutto aprile. Gli stessi mezzi potranno inoltre sostare anche al di fuori delle piazzole dedicate al carico e scarico delle merci, purché non intralcino la circolazione stradale.

Questo provvedimento si aggiunge a quelli già adottati nelle settimane scorse: proroga della sospensione per il pagamento della tassa di soggiorno e del canone di occupazione del suolo pubblico fino al 30 giugno 2021; proroga della sospensione del pagamento del ticket da parte dei bus turistici che arrivano a Lucca, che saranno esentati dal pagamento fino al 31 dicembre di quest’anno. C’è poi l’altra grossa iniziativa relativa alla Tari, che l’amministrazione comunale sta definendo insieme con Sistema Ambiente: riduzione della tassa sui rifiuti fino al 25 per cento per le categorie commerciali e artigianali più colpite dagli effetti economici della pandemia. Si tratta della prima, straordinaria, azione dell’anno, che va a supportare chi sta pagando il prezzo più alto della pandemia ristabilendo un principio di equità, che consentirà ai settori più colpiti di godere di uno sconto complessivo (parte fissa più parte variabile) fino al 25 per cento sulla bolletta Tari a cui corrisponderà un aumento per altri settori che hanno aumentato la produzione di rifiuti come la grande distribuzione.

“Come giunta abbiamo ritenuto opportuno mettere a punto una serie di misure che vadano a sostenere i settori più colpiti – spiega l’assessora alle attività produttive Chiara Martini – . Questa crisi non sta colpendo tutti allo stesso modo e noi vogliamo continuare a essere un interlocutore capace di rispondere e sostenere chi sta soffrendo maggiormente. Dopo la manovra straordinaria del 2020, “Lucca Riparte, da 12 milioni di euro, abbiamo provveduto a prorogare l’esenzione dei tributi comunali per tutto il semestre 2021 e, nel frattempo, stiamo lavorando per definire una nuova manovra. Dopo Pasqua, infatti, convocheremo nuovamente i consiglieri di opposizione per studiare insieme quali misure attivare. Da parte nostra c’è inoltre la massima volontà nel continuare a sostenere le attività che hanno offerto il  servizio di consegna a domicilio, con un’azione di promozione e valorizzazione, riconoscendo anche il patrocinio comunale”.

 

Share