Grande il successo per l’operazione “family wellness” ideata dal Basketball Club Lucca  come dimostra il

fatt0 che ad oggi  sono molte le famiglie che hanno già usufruito della consulenza medica messa loro a disposizione.

 

Il Dott. Menchetti Guglielmo, stimato medico lucchese e socio del BCL,  ha messo al servizio la propria competenza professionale maturata in tanti anni di lavoro effettuando visite mediche gratuite a ciascun tesserato che ne faccia richiesta.

Le visite si svolgono per appuntamento  il martedì e il giovedì  pomeriggio di ogni settimana con inizio alle ore 15:30.

 

Mirate a un controllo generale dello stato di salute dei ragazzi, si propongono non solo di valutarne la condizione fisica e il benessere psicologico, ma rivolgono anche attenzione alla corretta alimentazione  e  alla capacità di armonizzare  l’attività sportiva con lo studio.

Saranno inoltre consigliati accertamenti diagnostici e/o consulenze specialistiche nei casi in cui si riterranno utili.

 

Vogliamo anche ricordare che il progetto “family wellness” ha altre importanti sfaccettature fra cui  la possibilità di usufruire, sempre gratuitamente, di un primo consulto fisioterapico. Sovente i ragazzi in allenamento o in partita vanno incontro a contratture, stiramenti, distorsioni o ad altri problemi muscolari e articolari per i quali la possibilità di avere velocemente un consulto diventa determinante per intervenire e risolvere quanto prima il problema.

 

Altro aspetto da valutare nei  ragazzi, soprattutto se atleti, riguarda la postura nel camminare e nel  correre. Grazie alla stretta collaborazione  fra BCL e palestra Ego di Lucca,  su indicazione del Dott. Menchetti , ogni ragazzo potrà accedere al progetto “ Ego re-Balance “ per un  riequilibrio posturale e motorio utile nella prevenzione e nella terapia degli infortuni e  nella ottimizzazione del gesto atletico.

 

In sintesi l’ intento del Basketball Club Lucca è quello di  offrire non solo  un servizio che faciliti il raggiungimento di buoni risultati in  ambito agonistico , ma quello di monitorare , tutelare ed educare alla  salute i giovani atleti  e, instaurando un rapporto fiduciario con  loro e con le loro famiglie, favorirne la crescita come uomini e come sportivi.

 

Share