Grande emozione per la musica degli Archos Quartet

 

 

Tutto esaurito per il concerto di Animando a Palazzo Ducale

 

Hanno completamente riempito la sala Tobino di Palazzo Ducale le persone che ieri (5 aprile) hanno scelto il concerto degli Archos Quartet proposta da Animando per trascorrere la loro serata.

Un felice ritorno a Lucca per la giovane formazione europea che nel 2017 ha vinto il premio Adolfo Betti per la musica da camera nell’ambito di Virtuoso&Belcanto – festival che ieri sera è voluto essere presente con una rappresentanza di alcuni tra gli ideatori. Due i bis richiesti ai giovani Filip Jeska (violino primo), Mikołaj Pokora (violino secondo), Radenko Pedrov Kostadinov (viola) e Francesca Fiore (violoncello) che, da programma, hanno eseguito quartetti di Boccherini, Haydn e Brahms. “Una serata calda, nelle atmosfere e nell’energia. Preziosa la disinvoltura degli Archos Quartet – commenta Paolo Citti, presidente di Animando – che, ancora una volta, si sono spesi con generosità nel restituire anima a un repertorio non immediato per l’orecchio contemporaneo. Importante è stato anche il contributo dato martedì scorso dal musicologo Marco Mangani, direttore del Centro studi Boccherini, che ha saputo inquadrare il concerto di ieri sera nell’evoluzione della musica per quartetti d’archi”.
Il prossimo appuntamento di Animando per Il Settecento musicale a Lucca è in programma per il 19 aprile alle 17, nella chiesa di San Michele in Foro, quando si rinnoverà l’appuntamento con il concerto per la sacra rappresentazione del Venerdì Santo con lo Stabat Mater di Antonio Vivaldi.

 

www.animandolucca.it

https://www.facebook.com/animandolucca/

 

Share