GLI SPAGHETTI ALLE VONGOLE 20545455_1355273301238579_5542341261362548599_o

scrivo vongole , magari veraci, ma le arselle vanno benissimo anzi sono più saporite.
Mettetele in un recipiente a spurgare con acqua salata per un paio d’ore, poi sciacquatele, scolatele togliendole con le mani dall’acqua altrimenti vi portate dietro la sabbia che hanno rilasciato.
Mettete l’acqua al fuoco per la pasta e quando bolle mettetela a cuocere senza sale, in una larga padella mettete i gambi del prezzemolo, aglio, mezzo bicchiere di vino bianco secco e buono, le vongole e incoperchiate, accendete il fuoco e fatele aprire.
Aperte che siano sgusciatene una certa quantità lasciandone alcune per guarnizione, in una padella mettete due giri d’olio, aglio prezzemolo tritato, un paio di pomodorini piccadilly o pachino spezzettati e fate insaporire per un paio di minuti, nel frattempo filtrate il liquido dell’apertura delle vongole con carta da cucina e tenetelo da parte.
Mettete in padella anche le vongole sgusciate, cuocete aiutandovi col liquido filtrato per tre o quattro minuti, aggiungete la pasta che avete cotto molto al dente e finite la cottura aiutandovi col liquido delle vongole direttamente in padella.
Impiattate mettendo sopra una piccola spolverata di prezzemolo e servite ben caldo guarnendo con le vongole intere.
Il vino servite quello che avete usato per cucinare o un bello spumante “Francia Corta” lo spumante italiano che non ha niente a che invidiare allo champagne francese. DI EZIO LUCCHESI

Share