GIUSEPPE MADAU

 

ieri mattina gli abitanti di Seravezza sono stati raggiunti dalla triste notizia della scomparsa di Giuseppe Madau, classe 1943. Si è spento all’Ospedale di Cisanello, dopo una lunga ed estenuante battaglia contro un’inesorabile malattia, durata poco meno di un anno. Giuseppe non era nativo della cittadina versiliese ma da essa era stato accolto e benvoluto. E’ stato volontario della Pro Loco per diversi anni e uno dei fondatori del Gruppo Mineralogico Versiliese, nel 1985. Era di origini sarde e, ogni anno, nonostante gli piacesse vivere a Seravezza, non vedeva l’ora che arrivassero le vacanze per raggiungere il suo amato mare, in Sardegna, e praticare la pesca. Giuseppe era già stato messo alla prova dalla vita, era rimasto vedovo ancora giovane ma il destino gli aveva dato un’altra chance, permettendogli di essere di nuovo felice, accanto alla sua Paola. Quest’anno, in agosto, avrebbero dovuto celebrare le nozze con una grande festa, insieme a familiari ed  amici, purtroppo è sopraggiunta la malattia che ha stravolto i loro piani, ma l’amore può tutto e vince su tutto, e allora si è fatto l’essenziale, non c’è stato il sontuoso banchetto ma si è celebrato un matrimonio che, il 16 febbraio scorso, ha coronato un grande amore.

La salma si trova adesso a Seravezza, presso la Chiesa della Santissima Annunziata da dove, domenica 19 marzo, verso le ore15.30, partirà un corteo verso il Duomo per le esequie, previste per le ore 16.00.

Share