Giovannetti su Mazzoni, ora al lavoro su programma condiviso centro destra

“Neri? Pur di vincere avrebbe fatto patto anche con noi. Il centrodestra torna alla forma originale con la quale ha governato per tre anni nell’interesse dei cittadini”. Così Alberto Giovannetti, candidato sindaco del centro destra che il 24 giugno sfiderà al ballottaggio il Partito Democratico, commenta la nota di Daniele Mazzoni di SiAmo Pietrasanta. “Come ho già detto in più occasioni, il programma della lista di Mazzoni era sovrapponibile in larghissima parte al nostro per questo più volte non comprendevamo la scelta di andare divisi. Avere aderito al nostro programma, rinunciando a tre consiglieri e a scambi di potere, unicamente per il bene della città e nell’interesse della continuità del buongoverno, è una cosa che apprezzo molto. Accolgo volentieri l’invito ad inserire nel programma di mandato i punti segnalati, la maggior parte, lo ripeto, rientrano anche nelle nostre priorità, gli altri saranno integrati nel mandato perché condivisi dopo il nostro confronto. L’obiettivo di tutti è quello di evitare di consegnare in mano la nostra città e la nostra vita a chi ha già dimostrato incapacità amministrativa: tutti ci ricordiamo quella sfortunata esperienza. Pietrasanta deve continuare a crescere, a creare opportunità, sviluppo, occupazione, a difendere i residenti, italiani e stranieri, da chi vorrebbe farli sorpassare da clandestini e rom, a lottare per la chiusura di Cava Fornace e per risolvere il problema del tallio, a fare interventi nelle frazioni, a completare quei grandi progetti che faranno fare un nuovo salto di qualità alla nostra vita e all’immagine del nostro territorio”.

Giovannetti aggiunge: “Il Partito Democratico? Pochi giorni prima erano pronti ad abbracciarli, oggi dicono tutto il contrario. Chi sta con loro è un santo, chi sta contro è un notabile della vecchia politica, un delinquente. Pur di vincere farebbero tutto anche venire meno ai loro principi”. Info su www.giovannettisindaco.it

Share