GIOVANI: L’ALLEVAMENTO DI PAPPAGALLI DELLA VERSILIA E’ AZIENDA PIU’ CREATIVA 2018 DELLA TOSCANA, 2 “STATUINE” FINISCONO IN LUCCHESIA

La Cooperativa Calafata vince premio per progetto sociale “P’Orto” 

L’allevamento di pappagalli di Luca Angelotti è l’azienda agricola più creativa della Toscana. Il progetto “P’Orto” vale invece l’ambito premio “Noi per il Sociale” alla Cooperativa Agricola Calafata di San Concordio. La provincia di Lucca fa incetta di “statuine” al Premio Innovazione Giovani di Coldiretti in occasione della cerimonia che si è tenuta lunedì 17 settembre a Firenze. Due dei sei premi assegnati – 70 le aziende in lizza per le sei categorie – infatti sono stati conferiti ad altrettante aziende della Provincia di Lucca a conferma del dinamismo, dell’originalità e dell’alto livello di innovazione. “Sporcarsi le mani e investire nella terra per realizzarsi professionalmente: l’agricoltura è anche questo, continue opportunità sulle quali puntare tra tradizioni passate, esperienze presenti e innovazioni future. E’ questo – spiega Andrea Elmi, Presidente Coldiretti Lucca – il senso di questo riconoscimento che la nostra organizzazione da agli under 40 che in questi anni si sono impegnati in modo crescente rinnovando la nostra agricoltura”.

Luca Angelotti, che è anche l’attuale delegato dei giovani della Provincia di Lucca, si è aggiudicato il premio “Creatività”. Nel suo allevamento “Pappagalli Toscana” ospita diverse specie di uccelli esotici tra cui gi coloratissimi Ara con cui si è presentato con un esemplare alle premiazioni. Si è specializzato nello svezzamento a mano di diverse specie di pappagalli. Iscritto alla facoltà di Veterinaria nel corso di tecniche di allevamento animale ed educazione cinofila a dato vita ad una start-up agricola capace di una moderna visione dell’agricoltura. La sua azienda agricola è un mondo “colorato e rumoroso” dove ammirare oltre i pappagalli molti animali da cortile come pulcini, galline ovaiole, da carne o di razze particolari, galli, faraone, tacchini, conigli di ogni genere e piccioni. La Cooperativa Agricola Calafata ha invece vinto la categoria “Noi per il Sociale”. Specializzata nella produce vino, olio, miele, ortaggi e frutta, a convincere la commissione è stato il progetto “P’Orto” con il quali le piante ortive fresche ad alta sostenibilità ambientale e sociale sono coltivate e portare direttamente a casa con un servizio tutto online.

L’assise degli under 40 di Coldiretti, è stata anche l’occasione per un momento di confronto “A tu per tu” con l’assessore all’agricoltura, Marco Remaschi, il quale  ha manifestato la piena disponibilità ad affrontare le numerose questioni sollevate, in modo particolare quelle legate ai ritardi nell’erogazione dei finanziamenti. “I nostri giovani agricoltori – ha detto Francesca Lombardi, leader dei giovani Coldiretti – partendo dalla tradizione, dalla terra, dal cibo e dalla cultura contadina hanno dato vita ad un’impresa innovativa, solidale, attenta all’ambiente e rispettosa delle comunità alle quali si rivolgono. Questo premio, dunque, non è un punto d’arrivo, ma un punto di partenza per tanti che desiderano investire il proprio futuro in agricoltura”.

Per informazioni www.toscana.coldiretti.it oppure pagina ufficiale Facebook

This email has been checked for viruses by Avast antivirus software.
www.avast.com

Share