All’auditorium Fondazione Banca del Monte specialisti a confronto

GIOVANI E PORNOGRAFIA: UN CONVEGNO PER DISCUTERE DEGLI EFFETTI DEVIANTI SULL’EROS GIOVANILE

A 9 anni il primo accesso a siti porno, frequentati dal 95,5% degli adolescenti

E’ di estrema attualità l’argomento al centro del convegno annuale della Società Medico Chirurgica Lucchese che si terrà venerdì 20 e sabato 21 ottobre all’auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca, aperto a tutta la cittadinanza. Secondo un recente studio svolto a Bologna infatti, il 95,5 % dei ragazzi fra i 12 e i 15 anni frequenta siti porno. Non è il solo dato allarmante, perché altrettanto preoccupante è l’età in cui per la prima volta i ragazzi entrano in contatto con il mondo della pornografia: i 600 pre-adolescenti che hanno partecipato allo studio avevano infatti solo 9 anni.

“L’argomento del convegno che la Società Medico Chirurgica Lucchese ha scelto di affrontare quest’anno – dichiara la presidente Daniela Melchiorre nasce dall’esigenza di analizzare non solo il problema in sé, che secondo i dati presenti in letteratura presenta aspetti inattesi e preoccupanti, ma soprattutto il mezzo attraverso cui il problema si genera, e cioè internet, rendendone assolutamente difficile la gestione. Studi di settore dimostrano infatti come la pornografia conosciuta attraverso internet possa modificare i comportamenti non solo sessuali degli adolescenti, inducendo atteggiamenti violenti da parte dei ragazzi nei confronti delle ragazze e viceversa, oltre a interferire anche sulla percezione del sé”.

Al convegno, accreditato presso il Ministero della salute per le figure professionali di medico, infermiere e psicologo con 7,6 crediti formativi, cui parteciperà anche la Provincia di Lucca con un suo progetto sul tema, saranno presenti non solo specialisti tra cui numerosi psicoterapeuti, ma anche tre classi degli istituti superiori Giorgi e Machiavelli-Civitali.

 

“La Provincia – spiega il consigliere delegato Renato Bonturi partecipa a questo convegno in virtù del sostegno offerto al progetto dell’associazione Kalispera ‘I giovani e il porno’: un cortometraggio finanziato proprio dall’ente di Palazzo Ducale attraverso “Uno spazio per le idee”, il bando dedicato alla creatività e ai progetti dei giovani del territorio. Il progetto promosso da Kalispera è stato  individuato come meritevole di finanziamento proprio per l’attualità dell’oggetto di indagine ma anche per la delicatezza del tema trattato, considerando in particolare che oggi i contenuti pornografici sono, a differenza di un volta, accessibili in rete da qualsiasi terminale collegato ad internet”.

 

Venerdì 20 ottobre (ore 15.00) interverranno con la relazione “Erotismo e pornografia. Una distinzione semiologica.” Marco Vanelli; “Quali domande ci siamo posti come adulti e come adolescenti.” Ezio Aceti; “Solitudine ed incomunicabilità.” Martina Iardella; Rita Picchioni della Polizia Postale; “Il ruolo di Internet.” Enrico Lazzari.

Seguirà la discussione sugli argomenti trattati.

 

Sabato 21 ottobre (ore 9.00) interverranno con la relazione: “Il silenzio nascosto”. Piero Iafrate; “Il punto di vista della donna.” Stefania Valanzano; “Pornografia e pedofilia: aspetti personologici di vittime e carnefici.” Maria Paola Buchignani; “Tantra. La via per ampliare la coscienza.” Valter Bencini; l’ Associazione Di Testa Mia con Sara Dorian Cinacchi; Progetto della Provincia di Lucca, Renato Bonturi.

Seguirà la discussione sugli argomenti trattati.

                                                                                                                      

Sabato 21 ottobre (ore 16.00), nell’auditorium della Fondazione BML, presentazione del libro “Madri Assassine – Tre letture di Euripide” di Vincenzo Marsili. Interverrà la Prof.ssa Liliana Dell’Osso con la moderazione del consigliere della Società Medico Chirurgica Lucchese, Enrico Marchi.

 

Share