Giorno della Memoria: il programma si chiude nella frazione di Pozzi con l’intitolazione di uno spazio pubblico ai “Deportati nei campi di concentramento”

La Settimana della Memoria si chiude ufficialmente domani (domenica 27 gennaio) a Pozzi con l’intitolazione dell’area pubblica di sosta di via Martiri di Sant’Anna ai “Deportati nei campi di concentramento”. La cerimonia avrà inizio alle ore 10:00.

 

Interverranno fra gli altri il sindaco Riccardo Tarabella, il presidente del Consiglio comunale Riccardo Biagi, il presidente della sezione Anpi “Gino Lombardi” Giovanni Cipollini e rappresentanze delle associazioni locali. L’intitolazione è stata proposta dall’Anpi e accolta dall’Amministrazione per dare tangibilità alla memoria dell’Olocausto e delle persecuzioni razziali in Europa durante il secondo conflitto mondiale.

Le altre iniziative che hanno caratterizzato la Settimana della Memoria nel Comune di Seravezza sono state la consegna di alcune copie dei volumi “La bonifica dei campi minati e degli ordigni bellici in Versilia”, “La liberazione della Versilia” e “Quattro anni sulla Linea Gotica” da parte dell’Amministrazione Comunale e dell’Anpi alle scuole primarie e alla scuola superiore di primo grado del Comune, l’Angolo della Memoria allestito presso la Biblioteca comunale e le conferenze per gli studenti a cura della professoressa Paola Lemmi. Molto partecipata quella di chiusura, aperta a tutti i cittadini, tenutasi stamani alle Scuderie Granducali e dedicata all’applicazione delle leggi razziali nello sport italiano.

Share