In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne: 25 novembre,  Europa Verde Lucca, vuole ricordare le donne che subiscono violenze ogni giorno a causa del cosiddetto patriarcato.

 

 

Il 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, per ricordare le vittime di maltrattamenti, abusi e femminicidi e per combattere le discriminazioni e le disuguaglianze di genere. Ci uniamo oggi compatti, al sostegno in favore delle tante donne italiane, straniere e di tutto il mondo; e pensiamo con preoccupazione alla situazione in Iran, in cui donne e anche uomini vengono uccisi in nome di una dittatura all’insegna dell’intransigenza di genere e dei soprusi in ogni ambito della vita quotidiana, in cui uno Stato o un singolo si intromette, interferendo sul controllo del corpo della donna e dei suoi diritti fisici, spirituali, lavorativi, ecc. Sia in Occidente che in Oriente auspichiamo che i governi e la società tutta si faccia promotrice di un’educazione alla parità di genere non solo teorica ma sul campo, soprattutto per l’accesso delle donne all’istruzione, che in alcuni paesi è limitata ancora ai soli uomini e pensiamo all’Afghanistan, perché elle possano partecipare sempre più numerose alla vita politica e siano incluse in tutti gli ambiti del sapere e del potere, senza dover lottare doppiamente per farsi rispettare. Perché dall’educazione si parte, per poi arrivare agli altri problemi di rispetto e tolleranza, perché la donna non sia ultima tra gli ultimi e outsiders della società, e perché non sia rappresentata come vittima, ma autonoma e degna di autorappresentarsi in tutti gli aspetti della vita sociale. Gli educatori e la scuola in questo senso possono fare molto per crescere le nuove generazioni, che speriamo sempre più consapevoli e fluide.

A tutte le donne,

Donna, vita, libertà!

 

I coportavoci

 

Marta Glenda Lugano

Luca Fidia Pardini

Share