GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA PACE

IMG_8040r

 

IMG_8030

21 settembre 2019 Sant’Anna di Stazzema

Stazzema_Il Raduno per la Pace a Sant’Anna di Stazzema, svoltosi questo pomeriggio sabato 21 settembre 2019, ha visto una bella partecipazione di persone, associazioni ed enti provenienti da tutta Italia.

L’evento ha ottenuto il Patrocinio della Camera dei Deputati ed è inserito nel calendario ufficiale dell’International day of Peace, la Giornata internazionale della pace istituita dall’ONU nel 1981, con oltre 500 iniziative in tutto il mondo.

La manifestazione si è svolta in Piazza Anna Pardini ed è stata aperta dal Sindaco di Stazzema, Maurizio Verona, Presidente dell’Istituzione Parco Nazionale della Pace.

Ha coordinato gli interventi il giornalista Andrea Montaresi.

Presenti alcuni superstiti: Adele e Siria Pardini, sorelle di Anna Pardini, la vittima più piccola della strage di 20 giorni di vita; Romano Berretti e Lidia Beretti; Enrico Pieri, presidente dell’Associazione Martiri di Sant’Anna.

Tanti gli interventi. Don Andrea Bigalli, presidente di Libera Toscana, ha raccontato l’esperienza quotidiana di chi lotta contro la mafia. Persone che, per il loro impegno, subiscono minacce ed intimidazioni, quando non si traducono in violenza, operando in territori con radicata presenza di criminalità organizzata. Mario Spallino, membro della Direzione nazionale di Emergency, ha descritto l’operato della ONG che cura le persone nei teatri di guerra di tutto il mondo ed anche in Italia; un aspetto questo non conosciuto ai più mas estremamente importante e significativo. Mattia Zunino, segretario nazionale dei Giovani Democratici

Presenti tante rappresentanze dell’ANPI e dello SPI-CGIL. Ha portato il proprio contributo anche il Comitato fermiamo la guerra.

Oggi è una giornata importante”– dice il sindaco di Stazzema Maurizio Verona. “A Sant’Anna, insieme a tante persone, insieme ad associazioni che salvano vite umane e che lottano per combattere la criminalità organizzata, in luogo simbolo per l’Europa ci impegniamo, tutti insieme, a costruire politiche di pace”.

Share