15 Maggio 2015, XX Giornata Internazionale della Famiglia

 

Quando ero al Liceo, sull’onda di quell’orribile movimento che è stato il ’68 italiano, volevo accelerare di molto le trasformazioni della famiglia “borghese. Ignaro che, di lì a poco, il mondo avrebbe corso così alla svelta, da far venire la labirintite!”

Quando me ne accorsi, con molto ritardo, divenni in qualche modo conservatore, come se dipendesse da noi, andare verso il futuro o stringere i ferodi della Storia, così da rivivere il passato!

Oggi, da anziano, non mi arrocco certo nella difesa della famiglia tradizionale, che non esiste praticamente più! Sarebbe come applicare il Diritto Romano ad Internet! Ma non mi spaventa affatto, quella multirazziale, multietnica o con generi sessuali diversi: semplicemente, la ritengo la famiglia a venire, quella che continuerà la strada dell’uomo! Per questo ritengo anche giusto l’adozione da parte di una coppia Gay: l’importante è che il bimbo abbia tutto l’amore di cui necessità un cucciolo umano.

Ed ogni cambiamento, qualunque esso si realizzi nel tempo, non mi pare né un male, né un bene, perché non bisogna mai proiettare le nostre paure sulla scena umana!

Sarebbe come rimproverare Dio di aver creato un’esistenza dura, per molti versi dolorosa, piena di egoismi e di lotte…Se voleva creare qualcosa di perfetto, a Lui sarebbe bastato a se stesso e non doveva sforzarsi tanto: di perfetto c’era già Qualcosa!

Così le nostre aspettative, generate molte volte dalle nostre insicurezze, così come i nostri ideali, che spesso travalicano il reale, è bene metterli da parte! E impegnarci ogni giorno a dare il meglio di noi stessi, senza iubris, arroganze, ideologie astruse, voglia di cambiamenti o di ritorni al passato, che sono solo idee della nostra mente e non fanno parte del flusso della Storia!

Così la “famiglia” che si festeggia oggi, con la Giornata Mondiale, non è né morta, né distrutta, né ipotizzabile in maniera diversa da quella che sta diventando: semplicemente qualcosa di molto diverso da quella in cui noi siamo nati, ma distante anche da quella di un decennio fa, vista l’accelerazione sociale che stiamo vivendo.

All’inizio di questo secolo, i Wright tentavano di far volere per qualche centinaio di metri quello che era poco più che un aliante biplano, molto simile, se vogliamo, a quello usato sul Monte Ceneri da Leonardo! Dopo appena settant’anni, siamo sbarcati sulla Luna!

Poteva la famiglia restare oggi uguale o anche simile, a quella di Caterina, la madre-schiava del figlio illegittimo che lei aveva generato con il notaio di Vinci? Ma neppure poteva rimanere uguale a quella americana dei fratelli del volo!

Neppure può essere identica a quella di tre o cinque anni fa! Erano uguali ad oggi, qualche anno fa, i social, Twitter o Facebook o Instagram, che hanno cancellato la stampa, Guttemberg, ma anche la tv? E che rappresentano un’invenzione umana, paragonabile solo all’invenzione e all’uso del fuoco da parte dell’uomo?

“Viaggiamo”, cioè esistiamo, viviamo su questo Pianeta, alla stessa velocità con cui si sposta, nello spazio Samantha Cristoforetti!

E le nostre famiglie con noi.

La Famiglia continuerà, sotto altre forme, che a noi possono apparire anche strane perché non le abbiamo conosciute finora , ma non per questo sono sbagliate: siamo noi che rimaniamo indietro nella Storia umana che cammina sempre più forte!

Bisogna solo avere il coraggio di guardare in faccia il cambiamento!

 

 

 

0c083-famigliadiprima

 

 

coppie-gay-adozioni

Coppia Gay con figli adottati

 

Giorgione,_sacra_famiglia

Giorgione, Sacra Famiglia

 

Famiglia-omosessuale

two beautiful girls with a baby on the beach

famiglia

 

fam2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share