Quest’anno la Parrocchia del Centro Storico e la chiesa Cattedrale vogliono sottolineare, nella ricchezza del triduo Pasquale, il Venerdì santo come giorno di preghiera, contemplazione, meditazione e al tempo stesso occasione per riflettere su un una tappa decisiva della nostra Salvezza, osservandola da prospettive diverse, utilizzando il silenzio, la preghiera, la partecipazione alla liturgia, ma anche l’arte e la musica, insieme alla poesia e alla parola dell’uomo. Inoltre, poiché la nostra Città nei giorni intorno alla Pasqua è meta di moltissimi visitatori desideriamo offrire anche a loro (tra i quali ci sono persone di altre religioni, o non credenti) uno spunto che, attraverso l’arte, le tradizioni, il camminare nella Città, consenta di aprire il cuore e la mente allo straordinario segno d’amore che il Padre rivela nel Figlio che “dona la vita per noi” e ci apre al senso pieno dell’esistenza. Così il Venerdì santo diventa quella straordinaria condizione dove l’uomo, nella penombra del Calvario, può rivolgere lo sguardo verso la Bellezza Crocifissa, che si manifesta nei segni della liturgia e dell’arte ma è invitato anche esercitarsi a riconoscerla nel volto del fratello e nelle pieghe della Storia.

Con queste motivazioni abbiamo cercato di rendere evidenti gli ordinari momenti della liturgia del Venerdì santo e al tempo stesso abbiamo sottolineato alcuni eventi che aiutano, come espressione del genio e della bellezza, a comprendere il valore “universale” di questa giornata. Questo è il percorso che desideriamo offrire ai nostri parrocchiani e agli ospiti della Città nella giornata del Venerdì Santo

d.Lucio Malanca  Parroco           d. Marco Gragnani Rettore della Cattedrale

 

 

ore 9,00chiesa di san Giusto  Lodi Mattutine

 

 

ore 12 chiesa di san Michele:  recita dell’«ora sesta» e lettura della Passione del Signore secondo l’evangelista Marco 

 

 

ore 15 chiesa di san Paolino:  preghiera con la Comunità cattolica dello Sri-Lanka

 

 

ore 15,45 “nella Città attraverso i segni della passione e morte di Gesù”. 

La “processione del Venerdì Santo della Arciconfraternita della Misericordia di Lucca”  partenza dalla chiesa del Salvatore (piazza della Misericordia) e rientro per le 17,00

 

 

ore 16,00 chiesa di santa maria forisportam 

Sacra rappresentazione per il venerdì santo “Stabat Mater” di Giovan Battista Pergolesi a cura dell’Associazione Animando 

 

 

ore18,30 chiesa Cattedrale: 

Liturgia della Passione del Signore e Adorazione della croce, presieduta dall’arcivescovo mons. Paolo Giulietti

 

 

ore 20,30 «Per una via d’amore e di gloria: percorso attraverso le vie e le chiese della Parrocchia scandito dalle “Sette Parole di Gesù sulla Croce”». Partenza dalla Cattedrale alle ore 20,30 e conclusione nella basilica di san Frediano con l’esposizione, l’adorazione e la benedizione con la reliquia del preziosissimo sangue di Gesù.

Questo è il percorso

Chiesa Cattedrale – piazza san Martino – piazza san Giovanni (con sosta nella chiesa di san Giovanni) via san Giovanni – piazza san Giusto (con sosta nella chiesa di san Giusto) piazza XX Settembre – via Beccheria – piazza san Michele lato sud (con sosta nella chiesa di san Michele) via Calderia – piazza del Salvatore (con sosta nella chiesa dell’Arciconfraternita della Misericordia) – via santa Giustina via del Loreto piazza santa Maria Corte Orlandini (con sosta nella chiesa di santa Maria Corte Orlandini) via san Giorgio – via Cesare Battisti – via san Frediano – piazza san Frediano (con sosta sulla piazza – sagrato di san Frediano) e ingresso nella Basilica di san Frediano.

IL PERCORSO SARA’ FATTO IN OGNI CONDIZIONE METEREOLOGICA

 

 

Share