Giornalisti e scrittori: appuntamento con la Fondazione Dino Terra sabato 23 novembre all’ufficio scolastico territoriale di piazza Guidiccioni

 

Giornalismo e letteratura, o meglio, giornalisti o scrittori? È questo il tema del terzo seminario internazionale di studi organizzato dalla Fondazione Dino Terra, con il patrocinio del Comune di Lucca.

 

Sabato 23 novembre, a partire dalle 9, nell’ufficio scolastico territoriale di piazza Guidiccioni, professori, giornalisti e scrittori anche da fuori Italia indagheranno il duplice ruolo di chi racconta la realtà, trasformandola in letteratura.

Ecco, quindi, che durante la prima sessione della mattina, coordinata da Walter Rinaldi, vicepresidente della Fondazione, si parlerà, tra le altre cose, anche di giornalismo e letteratura nel decennio 1929-1939, analizzando le opere di Giovannino Guareschi, “papà” di Don Camillo e Peppone. Dall’Universidade de Madeira, invece, Luisa Marinho Antunes porrà l’attenzione sulle giornaliste e scrittrici portoghesi del Novecento. E ancora: sia le opere che i pensieri di Dino Terra e Dino Buzzati saranno esposti rispettivamente da Antonio R. Daniele (Università di Foggia) e da Giusi Baldissone (Università del Piemonte Orientale).

 

Nel pomeriggio, invece, protagonisti saranno Indro Montanelli, raccontato da Alberto Malvolti, presidente della fondazione dedicata al fondatore de Il Giornale, e Albert Camus, che vivrà, nelle sue vesti di reporter, nelle parole di Maria Santos-Sainz dell’Université de Bordeaux. Durante la giornata, inoltre, si parlerà anche di Luciano Bianciardi, Arrigo Benedetti, Giancarlo Fusco e Giovanni Arpino. Chiuderà i lavori la discussione introdotta e coordinata da Nicola Dal Falco, giornalista e scrittore, dal titolo “Letteratura o giornalismo: questione oziosa o vero otium?”.

Un’occasione, dunque, per analizzare e ricordare quell’eredità lasciata da giornalisti-scrittori del secolo scorso che non si sono limitati a raccontare ciò che vivevano, ma ne hanno fatto storie e racconti da ripetere e tramandare.

 

Il seminario è organizzato con la collaborazione di: Clepul – Centre for Lusophone and European Literatures and Cultures di Lisbona, Adegi, Centro Internazionale di studi europei Sirio Giannini, Università del Piemonte Orientale, Università di Foggia, Fondazione Montanelli Bassi, Université Bordeaux Montaigne, Cisle – Centro internazionale di studi sulle letterature europee, Universidade de Madeira, Ufficio scolastico IX di Lucca e Massa Carrara.

 

Il convegno è a ingresso gratuito e aperto a tutti.

 

 

Share