Ginecologia ed Ostetricia di Lucca: stessi servizi in totale sicurezza

24 marzo 2020 – All’interno dell’unità operativa di Ginecologia e Ostetricia di Lucca vengono garantite le consuete attività, in totale sicurezza per le donne, per i loro cari e per il personale.

Lo evidenzia il direttore della struttura, Gian Luca Bracco, il quale ricorda che al San Luca, individuato come ospedale “Covid”, grazie ad alcuni necessari accorgimenti ed alla professionalità degli operatori, le donne sono seguite, le future mamme sono opportunamente accompagnate ed i bimbi continuano a nascere ogni giorno.

“I normali percorsi – evidenzia il dottor Bracco – vengono assicurati a partire dal punto donna sul territorio e fino al reparto. A Lucca,  come nelle altre realtà aziendali, si partorisce regolarmente, senza alcun problema, tanto che il numero dei parti ad oggi è in linea con quello dello stesso periodo dell’anno scorso.

Ovviamente l’emergenza Coronavirus non  deve essere sottovalutata e per questo abbiamo preso tutte le precauzioni del caso: grazie a protocolli  ben codificati, è stato creato un percorso dedicato fuori da quello “Covid”, sono state predisposte per l’Ostetricia tutte camere singole (14) e sono stati messi in atto adeguati sistemi di protezione per le partorienti, per le mamme, per i bambini e per il personale che li assiste.

Avvengono quindi in condizioni di massima sicurezza tutte le procedure diagnostiche ed assistenziali, ad esempio l’attività di supporto al travaglio-parto  o le prestazioni ambulatoriali, come la diagnosi prenatale, i Bi Test, le visite e le ecografie in gravidanza.

Prosegue normalmente anche la gestione delle gravidanze a rischio che, come noto, necessita di controlli più stretti e non differibili.

Come stanno facendo tutti i  colleghi del sistema sanitario, invito le persone a stare a casa, in questo momento di grave emergenza, ma per ogni necessità noi ci siamo e offriamo prestazioni adeguate e sicure alle donne lucchesi,  che possono quindi continuare a vivere serenamente la loro gravidanza o altre situazioni in cui si rendano necessari il nostro intervento ed il nostro supporto”.

(sdg)

Share