I

l Sindaco di Fabbriche di Vergemoli, Michele Giannini, l’unico primo cittadino ad aver presenziato alla manifestazione di sabato scorso in difesa degli ospedali di Barga e Castelnuovo, interviene sulla preoccupante situazione in cui versa la sanità in Valle del Serchio.

“Facendo seguito a quanto dichiarato dal collega Sindaco di Molazzana, Rino Simonetti, confermo l’inutilità del continuare a parlare di Ospedale Unico, rivelatosi, come del resto da me ampiamente previsto, irrealizzabile. Chiamo quindi a raccolta – dichiara deciso Giannini – cittadini e amministratori della Mediavalle e Garfagnana, affinché si trovi quella compattezza e quell’unità necessaria ad opporsi allo smembramento dei servizi sanitari che sta progressivamente colpendo gli ospedali di Barga e Castelnuovo. Pare ormai evidente il proposito – prosegue il primo cittadino di Fabbriche di Vergemoli -, da parte di Usl e Regione, di arrivare alla chiusura di uno, o forse, ancor peggio, di tutti e due gli ospedali. Ora più che mai dobbiamo far sentire la nostra voce, e non soccombere inermi alla disastrosa politica regionale sulla sanità, che sta di fatto togliendo i principali servizi sanitari ai cittadini della Valle del Serchio. I plessi ospedalieri di Barga e Castelnuovo devono essere mantenuti e tutelati, garantendo l’erogazione dei servizi sanitari, così utili ed essenziali alla vita dei cittadini”

E a proposito di sanità, il Sindaco ricorda anche che presso il Comune di Fabbriche di Vergemoli, lui stesso è a disposizione per autenticare le firme della raccolta in atto, che mira a far abrogare la legge regionale di riforma sanitaria.

Share