Una bella mattinata a Ghivizzano con il Sindaco Valerio Amedei e l’Assessore Regionale Cristina Grieco per inaugurare la nuova scuola, un vero fiore all’occhiello per tutto il nostro territorio. Un edificio sicuro, innovativo e funzionale.

Corrisponde a 2milioni e 900mila euro la cifra dell’intero intervento. Il finanziamento della Regione dal Settore sismica è di quota 1milione e 300mila euro, oltre a 1 milione e 200mila euro tramite i fondi Bei, sempre arrivati dalla Regione Toscana, e infine 400mila erogati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Interventi come questi sono fondamentali per costruire il futuro dei nostri bambini e bambine. Avanti cosi!

STEFANO BACCELLI

“Ogni nuova scuola è un mattone per costruire il futuro delle comunità. E’ ciò è tanto più vero adesso, in questo momento di complessa ripartenza dopo l’emergenza della pandemia, in cui tutto il paese è chiamato al compito prioritario di assicurare alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi la piena ripresa delle attività scolastiche e di studio”.
Lo ha detto l’assessore all’istruzione e formazione, Cristina Grieco, che ha partecipato stamani all’inaugurazione del nuovo plesso scolastico di Ghivizzano, frazione del Comune di Coreglia Antelminelli (Lu), presente anche l’assessore all’agricoltura Marco Remaschi.

“Oggi è una bella giornata di festa – ha proseguito – e voglio ringraziare il sindaco di Coreglia e la dirigente scolastica per il loro grande lavoro. L’impegno per la scuola e per il rinnovamento dell’edilizia scolastica è al centro dell’agenda di governo della Regione ed è grazie ad operazioni come questa, che si traducono nella realizzazione di strutture belle, funzionali, energicamente efficienti e soprattutto sicure, che creiamo le basi concrete perché il diritto all’istruzione sia pienamente garantito. Ma la scuola che inauguriamo oggi – ha inoltre sottolineato Grieco – ci dice anche un’altra cosa: quanto sia produttiva per cittadinanza e territori la capacità di fare squadra tra le istituzioni pubbliche e i privati. E’ una strada – ha concluso – che continueremo a percorrere”.

L’edificio, intitolato a Giuseppe Ungaretti, ospita la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado.
Per la realizzazione dell’intervento sono stati impiegati fondi per oltre 2,9 milioni di euro. Ai poco più di 2,5 milioni messi a disposizione dalla Regione Toscana (1,23 provenienti dal Piano triennale regionale, tramite mutui della Banca europea di investimenti, e 1,3 dal Settore sismica) si è aggiunto il contributo di 400mila euro della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share