A seguito delle dichiarazioni rilasciate dall’associazione Lucca Marathon, la Gesam Gas e Luce , attraverso il suo presidente Giovanni Iacopetti, ha rilasciato alcune precisazioni nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella sede di Viale Europa 1.

 

“ La vicenda che è stata evocata da Lucca Marathon non è certamente nei termini nei quali è stata descritta dall’associazione sportiva stessa. Si tratta di una questione che ha avuto uno sviluppo tale che è stato necessario, nostro malgrado, procedere per vie legali.

 

Molto semplicemente, come dimostra un fax del 20 Ottobre 2015, la Gesam Gas e Luce non ha mai aderito ad alcuna proposta di sponsorizzazione delle manifestazioni organizzate dalla società Lucca Marathon nell’anno 2015, a differenza di quanto era avvenuto nel 2014, quando questa adesione c’era stata, con la corresponsione di 40mila euro. Oltre a questo particolare, nel fax citato ci siamo lamentati anche dell’uso non autorizzato del nostro logo sulle locandine e sul materiale pubblicitario della manifestazione.

A ulteriore conferma della nostra decisione, c’è una delibera del consiglio di amministrazione di Gesam Gas e Luce che, nella seduta del 23 Marzo 2015, espressamente afferma che “ Per ciò che riguarda le sponsorizzazioni, da quest’anno, oltre a calibrare gli impegni con il fatturato, (il CdA) si è impegnato a tagliare i contributi a quelle manifestazioni che negli anni passati, hanno avuto uno scarso appeal commerciale. Fra questi ricorda, per esempio, proprio la Lucca Marathon”.

Ci dobbiamo tutelare, e questo spiega la presenza dell’avvocato Ludovica Giorgi, visto che abbiamo ricevuto una fattura di acconto di 20mila euro e poi un decreto ingiuntivo senza, che ripeto, esista alcun contratto né ci sia stato alcun accordo verbale, nonostante quanto dichiarato da Lucca Marathon.

Vista la nostra vocazione a servizio del territorio, evidenziata dai numerosi interventi che abbiamo compiuto in campo sociale, educativo, sportivo e culturale, per una percentuale che supera il 20% dei nostri utili, in totale accordo con il nostro socio privato che possiamo solo ringraziare per la collaborazione, sono situazioni che ci dispiacciono molto. Siamo amareggiati per un epilogo di questo tipo, ma siamo altresì assolutamente sereni, certi di avere operato con la consueta correttezza e trasparenza.

 

 

Share