Garfagnana Selvaggia _MMF0828Il trionfo delle erbe spontanee

Quante persone hanno preso parte a Selvaggia, la festa delle Erbe Spontanee dei Fiori e delle Gemme tenutasi la settimana scorsa in Garfagnana. Duemila? Diecimila? Difficile fare questo conto, ma l’affluenza di pubblico è stata davvero massiccia. Ecco alcuni dati significativi. Alle 14 del pomeriggio di sabato, la porchetta alle erbe era quasi terminata, ma è sorto un problema perché  erano finiti  15 chilogrammi di pane. Intanto la campagna vicina a Castelnuovo era piena di gente accompagnata dalle guide, alla ricerca di erbi spontanei. Ma Selvaggia non è stata solo una grande festa popolare. Convegni e talk show hanno nutrito la mente e l’anima di chi voleva saperne di più sul fantastico mondo delle erbe spontanee. Interessante il simposio, sulle radici delle erbe, tenutosi alla Fortezza delle Verrucole di San Romano con la professoressa Anna Rita Bilia e altri professori universitari. Seguitissimi i Talk Show con Dario Boldrini (Geo Raitre), Ciro Vestita (Linea Verde Raiuno), il professore Paolo Emilio Tomei (UniPi), Marco Pardini (naturopata) Ivo Poli (Esperto di Etno Botanica), e molti altri. Per non parlare poi del successo dei Cooking Show con gli chef Massimo Giorgi, che ha cucinato un couscous alla marijuana e Masaki Kuroda che ha proposto una polpetta di erbe con cioccolato bianco. Particolare attenzione hanno destato le 5 piramidi di piazza delle erbe con le “selvagge”, etichettate in latino e coi i nomi gergali, a far bella mostra di se. Successo anche per la piramide allestita dai bambini delle scuole elementari di Castelnuovo. Belli i banchi. Selezionati, tutti a tema della manifestazione. Ottima la valorizzazione della Rocca Ariostesca dove all’interno con un maxischermo era possibile vedere un filmato di 20 minuti dal titolo: Impariamo a Riconoscere gli Erbi con protagonisti Ivo Poli e Marco Pardini per la regia di Abramo RossiSe penso che quattro anni fa non c’era niente e adesso abbiamo creato tutto questo intorno al mondo delle erbe spontanee, sono molto contento. Ma  guardo avanti ed il prossimo anno alzeremo ancora l’asticella per regalare al nostro pubblico altri nove giorni di eventi intorno agli “erbi”. Così Fabrizio Diolaiuti, ideatore di Selvaggia commenta questa IV Edizione. L’appuntamento con il primo lustro della manifestazione è fissato fin da adesso per il 13 e 14 aprile 2019.

Share