Dalle ore 24 di stasera, 23 giugno, fino all’alba del 24 giugno, le forze magiche saranno nella loro massima potenza.

La rugiada della Notte di San Giovanni è considerata uno degli elementi più potenti nel campo della magia rituale. Raccoglierla o semplicemente rotolarsi in un campo, secondo le credenze antiche, porterebbe immensi benefici potenziando anche le capacità divinatorie e magiche.

Il modo migliore per sfruttare la rugiada magica è raccogliere all’alba una buona quantità di foglie e vegetali del bosco mettendo il tutto in una catinella piena d’acqua. La catinella deve essere posizionata all’esterno della propria casa fino alle ore 24 del 24 giugno. Dopo mezzanotte bisogna lavarsi con questa acqua. Le energie positive e magiche saranno potenziate e il malocchio non potrà esercitare i suoi influssi malefici per un anno.

La pianta magica per eccellenza da raccogliere la notte di San Giovanni è l’Iperico. Le foglie raccolte possono essere essiccate oppure usate per farci il famoso Olio di Iperico o di San Giovanni. L’olio è considerato una panacea, utile soprattutto per alleviare i dolori delle ossa e dei muscoli.

La notte di San Giovanni è considerata la notte in cui non possiamo dire falsità. Quella domanda che da molto vogliamo fare… quel dubbio da togliere… è la notte giusta.

Buone notizie anche per i cuori solitari o infranti. La notte di San Giovanni è il periodo migliore dell’anno per trovare l’anima gemella.

Il fuoco nella notte di San Giovanni è considerato propiziatorio, ma visto il divieto imposto dalla Regione Toscana meglio concentrarsi sulla raccolta delle foglie magiche.

 

Share