Un’assicurazione Covid-19 per i dipendenti  e 12mila rotoli di carta igienica per le famiglie in difficoltà:
così Gambini Spa si prende cura di persone, azienda e territorio al tempo nell’emergenza sanitaria, con un aiuto anche da Dubai.
“Tutti noi dobbiamo continuare a mantenere un comportamento responsabile. Portare avanti l’attività produttiva è possibile ed assume di ora in ora un significato civico molto profondo”, così il presidente, Giovanni Gambini.

 

Lucca, 4 aprile 2020 – Prendersi cura del dipendente, dell’azienda e del territorio. In linea con la politica di welfare aziendale varata l’anno scorso, Gambini Spa ha attivato una specifica assicurazione anti Covid-19 riservata al personale che offre un’indennità da ricovero, una da convalescenza e un pacchetto di garanzie per quando si torna a casa.

Inoltre, poiché l’azienda vive dentro un territorio ed una rete sociale, proprio in questi giorni Gambini Spa ha in consegna oltre 12.000 rotoli di carta igienica, che ha realizzato a partire da un jumbo roll da una tonnellata e mezzo di tissue appositamente donato dalla Fine Hygienic di Dubai in aiuto all’Italia in questo momento di difficoltà. L’azienda della Piana di Lucca ha messo i dodicimila rotoli a disposizione dei Comuni della zona, in modo che attraverso le strutture dedicate, possano essere consegnati a persone e famiglie in difficoltà.

Gambini Spa opera nella Piana di Lucca, con stabilimenti produttivi a Badia Pozzeveri, è azienda leader nella progettazione, sviluppo e costruzione di sistemi per la produzione di carta tissue per uso consumer e professional. Il settore in cui opera è ritenuto dal Governo tra quelli essenziali al funzionamento dello Stato e quindi è aperta e operativa con sanificazione dei locali, uso di mascherine e guanti, smart working, turnazione del personale, ferie ed in ultimo la polizza assicurativa attivata con Generali Italia.

“Queste misure di copertura assicurativa – spiega il presidente, ingegner Giovanni Gambini, nella lettera ai dipendenti che accompagna la misura straordinaria -, non devono far abbassare il livello di guardia necessario per evitare i contagi. Tutti noi dovremo continuare a mantenere un comportamento responsabile, sia al’interno che al di fuori dell’azienda. Forte deve essere il richiamo al rispetto delle misure di contenimento del virus, nessuna esclusa. Tutelare noi stessi per tutela re le persone che abbiamo a casa. Tentare di portare avanti l’attività produttiva, seppure tra mille difficoltà, è possibile ed assume di ora in ora un significato civico molto profondo. Ci auguriamo di riprendere al più presto il cammino là dove lo avevamo interrotto”.

Share