Fumata grigia per lo stadio e domenica arriva il Siena

L’incontro di mercoledì non ha ancora definito il progetto del nuovo Porta Elisa. Intanto la Lucchese lavora sul sintetico di Porcari. Pagliuca col dubbio-Semprini ma ritrova Picchi in mediana. Occhio al Siena che negli ultimi anni ha spesso fatto risultato pieno al Porta Elisa.

Un piccolo passo avanti nel quadro di un cammino che si profila però ancora molto lungo. E’ un pò questo in sintesi quanto è emerso dall’incontro avvenuto mercoledì pomeriggio in Comune a Lucca riguardo al nuovo stadio Porta Elisa.

 

La volontà di tutte le parti è quella di proseguire sulla strada della collaborazione ma ci si dovrà incontrare di nuovo, magari a stretto giro di posta, per porre le basi e limare alcuni aspetti dell’ambizioso progetto. Aver tuttavia pubblicamente dichiarato che la realizzazione del nuovo impianto è di notevole interesse pubblico per la città pare perlomeno confortante. Vedremo, sperando che i tempi non siano biblici. Intanto lavoro sul sintetico del comunale di Porcari per la Lucchese che ormai da queste parti è davvero di casa. L’impianto è bello, il fondo pure e si rischiano magari meno infortuni. Almeno lo spera il buon Guido Pagliuca alle prese con il non facile recupero di Semprini. Il 23enne attaccante romano è uscito a Gubbio dopo neppure mezz’ora per il riacutizzarsi del guaio muscolare che lo aveva tenuto fuori con il Montevarchi. Da capire se lo staff medico darà il via libera oppure preferirà non rischiarlo. In tal caso spazio a Nanni reduce dagli impegni con la nazionale di San Marino.

 

 

Buone nuove invece sul conto di Picchi che pare ormai pronto per una maglia da titolare che sicuramente avrà Visconti al posto dello squalificato Frigerio. La mediana sarà completata dall’inamovibile “Shaka” Shaka Eklu. In difesa tutti confermati compreso Bellich visto che Dumbravanu è rientrato solo giovedì dopo la lunga trasferta e le gare con la sua Moldavia. Partita piuttosto insidiosa quella con il Siena di Max Maddaloni, quarta forza del campionato e protagonista domenica di una vittoria di carattere al 90esimo sull’ostico Olbia. Una cosa è certa: in questo campionato nessun avversario va sottovalutato che occupi le zone nobili oppure i quartieri bassi della classifica. Beh, nel caso del Siena le motivazioni si trovano facilmente visto anche lo spessore e il blasone della compagine bianconera. Dopo molti anni trascorsi nel paradiso della A da quelle parti hanno un pò faticato a riadattarsi ad una realtà come la C ma alla fine ci sono riusciti e le premesse per fare bene ci sono davvero tutte. Tra l’altro va anche detto che spesso negli ultimi anni il Siena è stato corsaro al Porta Elisa. Negli ultimi quattro confronti ci sono state due vittorie dei bianconeri, un successo della Lucchese e un pareggio a reti bianche. Insomma, una sorta di bestia bianco…nera

fontenoitv

Share