Fumata grigia ma si può fare; ora il nuovo Porta Elisa non è un sogno

CALCIO C – Straordinaria puntata di Curva Ovest con la presenza dell’Assessore allo sport Stefano Ragghianti e del presidente della lucchese Alessandro Vichi. Il progetto del nuovo Porta Elisa è agli albori ma si può sperare in una sua realizzazione. La strada è ancora lunga e irta di ostacoli che ora sappiamo quali sono.

Magari si è parlato meno, anche poco a dire il vero, di calcio giocato ma era opportuno nel contesto di una trasmissione che aveva come tema centrale il progetto del nuovo stadio Porta Elisa. E tutto ciò all’indomani dell’incontro tra Comune e Lucchese Calcio. La 12esima puntata stagionale di “Curva Ovest” ha visto la straordinaria partecipazione dell’assessore allo sport di Lucca Stefano Ragghianti e del presidente della Lucchese Alessandro Vichi oltre all’immancabile Opinion Leader Giulio Castagnoli.

 

Quel “notevole” espresso come termine di interesse pubblico del progetto Porta Elisa è un buon punto di ripartenza. In realtà nel pomeriggio erano giunte anche le dichiarazioni del sindaco Tambellini che parlava (testuale) di qualcosa che ancora non va”. Curva Ovest è stata l’occasione per spiegare cos’è che non va e che si può riassumere in quattro punti: Piano economico-finanziario e relativa sostenibilità di un investimento da circa 50 milioni di euro; la media distribuzione già dimezzata con l’altra metà che sarà destinata ad attività e studi medico-sportivi; viabilità e parcheggi attualmente a 500 posti (argomento che preoccupa e non poco il presidente Vichi) e il diritto di superficie, ovvero il suolo pubblico dove insistono le varie attività del piano commerciale.

 

Nella sua accurata esposizione Ragghianti ha fornito anche due chicche: la palestra Bacchettoni che presto sarà completamente ristrutturata con 200 posti e, sollecitato dalle domande giunte da casa, la volontà di riportare una tappa del giro d’Italia a Lucca nel 2024 in occasione del centenario della morte di Giacomo Puccini.

Di sicuro tornando sulla vicenda-stadio siamo solo ai primi passi ma già la prossima settimana la Lucchese è pronta a risolvere i punti in questione. Intanto venerdì altro allenamento sul sintetico di Porcari per la squadra rossonera che domenica (ore 17,30) ospiterà il forte e quotato Siena.

 

Pagliuca ha le idee abbastanza chiare. Si va verso la conferma del pacchetto arretrato con Papini, Bachini, Bellich e Corsinelli davanti a Coletta; intrigante la linea mediana dove con l’inamovibile Eklu agiranno Visconti e Picchi ma con un Minala che scalpita. Pochi dubbi anche in attacco dove vista l’indisponibilità di Semprini (che non sarà rischiato) Nanni agirà al fianco di Fedato con Belloni nel ruolo di trequartista. Insomma, la Lucchese anti-Siena pare fatta anche se dovremo ancora aspettare la rifinitura di sabato.

Share