FRULLE ALLA GRIGLIA (mazze di tamburo)
nel periodo dei funghi è facile trovare nei prati, negli oliveti, nelle pinete le mazze di tamburo che in alcune zone della lucchesia vengono chiamate “frulle”
le mazze di tamburo possono raggiungere il diametro di 20 cm ma voi guardate che siano belle fresche.
si toglie il gambo che è fibroso e mettiamo la cappella sulla griglia con un fuoco dolce (altrimenti strinano subito )dalla parte della “pelle”, fate un pesto di nepitella aglio sale e pepe e cospargetelo sulle lamelle.
dopo pochi minuti saranno cotte, le metterete in un piatto condendole con olio extravergine d’oliva.
2 versione.
si grigliano i funghi e il pesto con l’olio si mette nel piatto a crudo.
comunque le farete sono molto gustose ed è un’ottimo contorno per le carni.
ricetta a pag 56 del mio libro “mi mà cucinava così”
FONTE EZIO LUCCHESI

Share