Frode olio, Confagricoltura: “Bene operazione Nas”

Neri: “Grazie alle forze dell’ordine e alla magistratura. Il loro lavoro è fondamentale per tutelare chi lavora nel rispetto delle regole e dei consumatori. Per l’extravergine l’annata è già difficile, non possiamo sopportare anche il peso della concorrenza sleale”

Firenze, 17 settembre 2019 – “Un plauso ai Carabinieri del NAS e alla magistratura di Firenze per l’operazione che oggi ha portato al sequestro di tonnellate di olio ‘falso’ e all’iscrizione nel registro degli indagati dei supposti autori di una frode a danno dei consumatori che danneggia anche le aziende che lavorano nelle regole”. Così il presidente di Confagricoltura Toscana, Marco Neri, commenta l’operazione Croce e Delizia, condotta dai Carabinieri del Nas di Firenze e coordinata dalla procura del capoluogo toscano.

“Gli imprenditori sani investono, rispettano le regole, si accollano i rischi e si prendono cura dei consumatori: tutto questo ha un costo che è giusto e doveroso sopportare, ma l’impegno degli onesti viene messo a dura prova e rischia addirittura di essere vanificato dalla concorrenza sleale di chi opera in maniera truffaldina e criminale. Siamo molto soddisfatti dell’attenzione che le forze dell’ordine e della magistratura dedicano al commercio dell’olio proprio alla vigilia del nuovo raccolto per il quale le previsioni sono quest’anno tutt’altro che rosee.”

“Gli eventi climatici e le loro conseguenze stanno mettendo a dura prova i risultati di un anno di lavoro degli imprenditori agricoli: la concorrenza sleale e le truffe sono un peso

ulteriore che non può essere sopportato da chi lavora rispettando le regole. E’ bene che le mele marce vengano tolte dal cesto. Questo ci dà fiducia e ci spinge a lavorare con un impegno ancora maggiore”.

Share