Frecciarossa in Versilia, Marchetti (FI): «Costi lievitati per parata Pd Per raggiungere Milano aumento tra 5 e 20 euro rispetto al Frecciabianca»
Il Capogruppo regionale di Forza Italia Maurizio Marchetti attacca
«Bene il treno veloce a Viareggio e sulla costa, ma a che prezzo…»
«Il rosso costa. Lo sappiamo in Toscana dove da decenni paghiamo lo scotto di un
governo regionale a tinta rubina, e ora lo sanno anche i pendolari che da Viareggio si
spostano in treno e con l’avvento del Frecciarossa si trovano costi lievitati anche per la
seconda classe rispetto al vecchio Frecciabianca, ma con tempi, servizi e orari per lo più
invariati. Idem per gli Intercity, che a costo inferiore assicurano il servizio in tempi molto
simili. Il Pd lo chiama successo…»: sa di beffa, secondo il Capogruppo di Forza Italia in
Consiglio regionale Maurizio Marchetti, il risultato pratico della fermata del treno
Frecciarossa in Versilia.
«Il Pd ha annunciato l’avvento del Frecciarossa in Versilia in grande spolvero –
richiama Marchetti – salutandolo con tanto di viaggio elettorale del suo candidato presidente
Eugenio Giani. E anche noi, come tutta l’utenza, siamo soddisfatti del passaggio del treno
veloce anche lungo l’asse costiero. Sì ma a che prezzo! Col Frecciarossa andare da
Viareggio a Milano costa tra i 5 e i 20 euro in più rispetto ai 29 euro di un biglietto di
seconda classe col Frecciabianca. Insomma, il rosso è una tinta che costa. Non si vede
altrimenti a cosa corrisponda cotanta differenza visto che il servizio di seconda classe nei
due tipi di convoglio resta sostanzialmente assimilabile».
Secondo Marchetti il lavoro da fare è sull’infrastruttura: «Far passare il
Frecciarossa1000 da una linea obsoleta che di fatto lo frena – osserva – è come aver
obbligato una Ferrari a passare per qualche viottolo di montagna. Utile per la propaganda
elettorale, ma non rende giustizia né ai pendolari in termini di rapporto costo-beneficio, né
al convoglio e alle sue capacità».
Marchetti scorre gli orari: «Faccio finta di voler andare domani a Milano – si
immedesima – e per omogeneità di comparazione elimino le soluzioni di viaggio che
implicano uno o più cambi treno. Ebbene: partendo alle 20.19 da Viareggio posso usare il
Frecciarossa1000 spendendo 49 euro per raggiungere il capoluogo lombardo in 3 ore e 40
minuti. Per l’intera giornata però posso partire usando vari Intercity come il 662 delle 6.57
al costo di 33 euro e impiegando 3 ore e 58, pochi minuti in più dunque che diminuiscono
ancora con l’Intercity 670 delle 12, 3 ore e 53 minuti, e con i 674 delle 14 che percorre la
tratta in 3 ore e 51’. Poca differenza di tempo, molta di prezzo. E questo non va bene».

Share