Con l’istituzione del senso unico alternato, in prossimità della frana che si è verificata con le ultime piogge sulla strada che conduce dal capoluogo al paese di Giustagnana, arrivano le prime rimostranze da parte dei cittadini che abitano i paesi della montagna seravezzina.

“Con il senso unico alternato – fanno presente – la circolare scolastica che accompagna i ragazzi a scuola è stata improvvisamente soppressa, a causa del fatto che l’azienda di di trasporti, non ha mezzi idonei (cioè di misure piu’ contenute), a transitare in una carreggiata con uno spazio disponile davvero ridotto.

Desidereremmo sapere se l’amministrazione comunale è informata del disagio che la soppressione della corsa comporta a noi cittadini e, in caso affermativo, informare loro che sarebbe utile ed urgente istituire un servizio alternativo, affinchè possano essere eliminate quelle barriere che, anche se temporaneamente, ledono il diritto allo studio dei nostri ragazzi.”

Share