FORTE DEI MARMI: SCUOLA CARDUCCI, VICENDA BANDO REGIONALE

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE ACCOGLIE IL SOSTEGNO DEI GRUPPI DI OPPOSIZIONE E CONFIDA NELLA RIAMMISSIONE  ALLA GRADUATORIA

In occasione del Consiglio Comunale aperto dal Sindaco, l´11 ottobre u.s., alla presenza del Dirigente ai servizi finanziari e del legale del Comune, ha illustrato in modo dettagliato la pratica svolta per la richiesta di finanziamento alla Regione Toscana. Dopo aver precisato che un finanziamento connesso alla partecipazione ad un bando, come ovvio, non è garantito né in termini di cifra né in termini di erogazione, ha spiegato che gli uffici, dopo i vari incontri politici avuti al Miur e l’indirizzo della Amministrazione con l’approvazione del progetto di massima, ha svolto la pratica per partecipare. Accortisi del fatto che un file risultava inspiegabilmente bianco a video e quindi caricato male, si sono premurati di contattare la Regione per ottenere la riapertura della pratica. Una volta ottenuta la riapertura l’ufficio ha nuovamente caricato il file che non risultava legibbile, rigenerando il fascicolo. Il documento oggetto di rettifica è poi stato correttamente inviato anche via PEC assieme a quant’altro necessario. Cosa sia successo a livello telematico e perché alla Regione risulti ancora un documento bianco non è quindi comprensibile. Certa è però la volontà della Amministrazione di contestare in tutte le sedi opportune l’esclusione dato che tutti i documenti sono stati presentati e inviati, in base alla relazione del Dirigente, sul portale, oltre che via PEC. La regione aveva quindi i documenti necessari per inserire il nostro Comune nel bando e la mozione presentata ieri in Consiglio, condivisa anche da Gianpaolo Bramanti, ha approvato l’indirizzo di proseguire tramite ricorso al TAR ove la regione non ci riammetta in via amministrativa. E’ opportuno evidenziare che anche il gruppo Obiettivo Forte ha manifestato la stessa volontà pur presentando una autonoma mozione che differiva dalla nostra per aspetti puramente tecnici e sulla quale la maggioranza del nostro gruppo politico si è astenuta e che, quindi, è stata anch’essa approvata. Confidiamo nel buon esito della pratica dato che ci riteniamo ingiustamente penalizzati ed abbiamo positivamente accolto il sostegno da parte delle forze di opposizione.

 

Share