Fonte di Riomagno: analisi OK. Il Comune si appresta a revocare il provvedimento di non potabilità

Analisi OK per la sorgente di Riomagno. Il responso dato ieri dal laboratorio di analisi privato che opera per conto del Comune di Seravezza sul campionamento effettuato lunedì 20 novembre certifica infatti la salubrità dell’acqua, con “valori che rientrano nei limiti previsti per le acque destinate al consumo umano ai sensi del D.Lgs. 31/2001 e D.Lgs. 27/2002”. Il Comune provvederà quindi a ritirare il provvedimento emesso nelle scorse settimane e che sanciva la non potabilità dell’acqua. «Le analisi ci confortano nel ritenere che gli interventi di verifica e pulizia eseguiti sulla conduttura di collegamento tra la sorgente e la fontana abbiamo avuto il loro positivo effetto», commenta l’assessore all’ambiente Dino Vené. «Si torna adesso alla situazione precedente in cui, tengo in ogni caso a precisarlo, il Comune esclude che l’acqua di questa sorgente possa essere destinata al consumo umano. Non esistendo un gestore incaricato dei controlli interni e non essendo sottoposta a controlli esterni da parte dell’ASL, l’acqua di Riomagno non dà infatti garanzia di costante salubrità. Il Comune continuerà comunque ad eseguire i suoi controlli di routine avvisando la popolazione nel caso in cui le analisi dovessero dare nuovamente esito non favorevole».

Share