DSC_1085VIABILITA’ GARFAGNANA: LA PROVINCIA RIAPRE DA DOMANI (29 GIUGNO)

LA SR 445, AD ACQUABONA, A DOPPIO SENSO DI MARCIA

 

Semaforo riattivabile solo in caso di necessità da parte della ditta, ma non nelle ore di punta

e nei weekend. Rimane in vigore il limite di velocità a 30km/h

A buon punto i lavori di messa in sicurezza del versante montuoso che continueranno fino a novembre

La Provincia di Lucca riaprirà da domattina (mercoledì 29 giugno) a doppio senso di marcia la sr 445 della Garfagnana, in località Acquabona, all’altezza del cantiere aperto dallo scorso settembre per la sistemazione del versante montuoso franato nel 2014. Sarà comunque una riapertura a doppio senso “condizionata” dai prossimi interventi sul versante. L’impianto semaforico che finora regolava il senso unico alternato, infatti, sarà spento per l’alternanza rosso-verde, ma rimarrà lampeggiante come avviso di presenza di un cantiere ancora aperto indicato dall’apposita segnaletica, nonché da un restringimento di carreggiata. La ditta incaricata, infatti, proprio per continuare nell’avanzamento delle opere di consolidamento e messa in sicurezza potrà riattivare, anche se per brevi periodi, il senso unico alternato evitando ovviamente le ore di punta e i fine settimana durante i quali il traffico nella zona, soprattutto d’estate, aumenta in maniera sensibile.

 

I lavori di consolidamento del versante, curati dalla Provincia e affidati alla ditta Esseti srl Sistemi e Tecnologie di Terni, sono a buon punto ed è ormai conclusa la costruzione dell’imponente muro di contenimento (alto 8 metri) che mette in sicurezza l’area soggetta a smottamenti e frane, mentre in questi giorni si è provveduto a ripristinare il nuovo manto di asfalto. Oggi (martedì) sono in corso i lavori di stesura della segnaletica orizzontale.

Da segnalare che la Provincia manterrà in loco il limite di velocità di 30km/h.

 

“Lo spegnimento del semaforo, anche se condizionato, e la riapertura a doppio senso della sr445 – dichiara il consigliere provinciale delegato alle strade sicure Mario Puppa consentirà di scongiurare le code e i disagi che, soprattutto nelle ore di punta e nei giorni festivi si creavano a monte e a valle del cantiere per permettere il transito alternato. La conformazione della zona e la complessità delle opere previste ci ha costretto a svolgere gran parte dei lavori con la strada aperta in un solo senso, ma non c’erano alternative e l’intervento non era più rimandabile anche alla luce del finanziamento di 2 milioni di euro reso disponibile dalla Regione Toscana, risorse che si aggiungono agli oltre 430mila euro investiti a suo tempo dalla Provincia per i lavori di somma urgenza nella stessa zona”.

 

Il progetto dei lavori ad Acquabona prevede, infatti, oltre alle opere di sostegno, un sistema di regimazione sia in superficie che in profondità, in grado di intercettare la circolazione delle acque che interessano il versante soprattutto nelle stagioni maggiormente piovose, e che risultano la principale causa di instabilità. L’intervento si è confermato particolarmente complesso, ma al tempo stesso di rilevante interesse ai fini del miglioramento della tenuta del versante. Le opere proseguiranno “in quota” nelle prossime settimane. I lavori secondo la ditta dovrebbero durare almeno fino a novembre.

Share