FICHI SECCHI FRITTI IN PASTELLA

questa ricetta me l’ha data uno scultore di Pietrasanta assieme a un cesto di fichi seccati sull’albero, ma forse conviene acquistare una confezione di fichi secchi visto che non tutti hanno un amico scultore che li fornisce.
Sciogliete un pò di farina poca per volta con acqua, aggiungete anche un cucchiaino di olio d’oliva per renderla più cremosa.
Tritate grossolanamente noci mandorle e pinoli, aprite in due i chicchi d’uva per topgliere i semi (meglio acquistarne senza semi) mettete tutto in un recipiente ammorbidite con del rum per almeno mezz’ora dopo aver mescolato.
Aprite i due i fichi badando bene che restino attaccati da una parte, imbottiteli con un pò di composto che avete preparato, comprimteli dopo averli riaccoppiari e guardate che siano ben chiusi.
Scaldate una padella con abbondante olio, passate i fichi uno per volta nella pastella, fateli dorare nell’olio, toglieteli, asciugateli, metteteli in un vassoio pronti ad essere mangiati accompagnati da vinsando, malvasia, stravecchio di sicilia, moscato di trani, recioto dolce ecc ecc.
Volete affogarli con la crema, fatelo, volete ubriacarli con grappa o calvados, armagnac, cognac invecchiato ? Fatelo perbacco cosa aspettate !!!
FONTE EZIO LUCCHESI

Share