Si è risvegliata la voglia di festeggiare Halloween in tutto il comune, dopo il torpore dovuto alla pandemia, che al momento sembra lasciarci qualche libertà in piu’. Da Seravezza a Riomagno, fino a Ripa e Querceta, infine, la famosa parata Disney del Gruppo per Servire ha sfilato a Tonfano.

Una festa pagana giunta da noi, almeno nella versione che conosciamo, da oltre oceano ma che, in realtà, ha origini tutte europee.

Una delle leggende piu’ famose legate ad Halloween, infatti, narra di Jack O’Lantern, vecchio fabbro irlandese, ubriacone e taccagno, che con una serie di stratagemmi venne meno ad un patto con il Diavolo, il quale, però gliene chiese conto quando, alla sua morte, Jack non fu ammesso nel Regno dei Cieli, e fu costretto a bussare alle porte dell’Inferno. A quel punto, il Diavolo lo cacciò tirandogli addosso un tizzone ardente di cui Jack si servì per cercare la strada giusta e, affinché non si spegnesse, lo mise sotto una rapa che stava mangiando. Da allora, Jack, vaga con il suo lumino in attesa del giorno del Giudizio e così nasce appunto la tradizione di Jack O’Lantern. Con la carestia del 1845, gli irlandesi abbandonarono in massa il loro paese per stabilirsi in America. Lì esportarono anche questa leggenda, ma siccome le rape in America non erano molto diffuse, vennero sostituite con le piu’ comuni zucche.

Da allora la zucca intagliata con la faccia del vecchio fabbro, è l’icona piu’ famosa di Halloween.

Ecco alcune delle foto piu’ belle dei festeggiamenti.

 

 

 

 

 

Share